Varie ed eventuali.

1) in occasione dell’uscita del nuovo libro di Giorgio Faletti mi sono sperticata per scrivere una recensione del vecchio qui. È cmq in uscita, sempre per Baldini e Castoldi il secondo libro dello juventino, Niente di vero tranne gli occhi. Nell’intervista letta oltre ai dettagli del romanzo spicca una frase finale geniale a cui non avrei mai pensato ma che inserirò nel mio hd cerebrale:

Credi al soprannaturale?
«Come tutti gli esseri umani preferisco crederci, piuttosto che pensare che tutto finisca qua. Applicando alla vita il principio di Lavoisier, mi viene da chiedere: se tutto è ciclico, possibile che solo la vita degli esseri umani sia lineare?».

2) ma lo sapevate che esiste google in esperanto? ma soprattutto… quanti esperantisti ci saranno in Italia. Dal mio punto di vedere le cose l’esperanto è utile come un evidenziatore del deserto, ma potrete smentirmi portando validi argomenti.

3) uno dei miei gloriosi linkati ha sospeso l’attività sglapsatoria. Mi spiace molto. Gaetano, spero si risolva tutto :*

4) i mondiali di ciclismo, a Verona….

[on air: Richard Ashcroft- A song for the lovers]


0 thoughts on “Varie ed eventuali.”

  1. Su Faletti, Rigagnolo ha poco da dire ma apprezza la sua Juventinità. Molto bella (nonchè rigagnolosa) la frase sul sovrannaturale, anche Rigagnolo se l’appunterà sulla coscia (wow, dettaglio rigagnolosamente eccitante)

    Su google in esperanto, Rigagnolo dissente: l’evidenziatore nel deserto è utile, almeno colori gli scarrafoni di giallo e pensi siano limoni.

    Rigagnolo Jones (no, non è il fratello di Bridget)

  2. Marco, sono un’appassionata cronica di ciclismo causa lavaggio del cervello in tenera età :) Quindi rosico solo per non aver assistito dal vivo…

    Rigagnolo, non avevo pensato all’uso dell’evidenziatore, ma ne conosco uno secondario per il limone…

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.