Cure innaturali.

Trovo… oddio, non trovo neppure le parole per quanto sto sentendo questa sera su mi Manda Raitre. C’è un sito, di un laureato in medicina, medico. Quindi per la gente in difficoltà non il primo Do Nascimiento che si può trovare per strada.
Non credo neppure di riuscire a scrivere serenamente, tale è l’incazzatura nell’aver notato l’esistenza di questa cosa. Ben peggiore di bustine di sale, imposizione delle mani e intrugli e pozioni varie. Magari se qualcosa non riesce chiaro o poco approfondito vedrò di trattarvelo nei commenti, al limite delle mie possibiltà.

Digitando questa chiave di ricerca il primo sito che riuscite a trovare è quello del dottor Simoncini.
Questo figuro si ritiene pioniere in una modalità innovativa nella cura delle neoplasie. Usare come fornitrice la Solvay per curare proprio gli ammassi di cellule impazzite.

I funghi vengono assurti come prima causa di neoplasia.
La candida, nel particolare, viene individuata come causa eziologica del cancro.
Mi piacerebbe farvi sapere che tutti noi siamo colonizzati da candida dal momento della nascita, con il passaggio nel canale del parto [e quelli nati dal cesareo come me non se la scampano: non appena l’ostetrica o l’infermiera ci tocca ci "contamina"].
Quando la candida si manifesta con il tipico aspetto a secrezione biancastra nelle mucose vuol dire che si è avuta una dismicrobia, altrimenti ce la ritroviamo sulla cute e nelle mucose come tanti altri batteri residenti nei nostri vari distretti cutanei.

Oltre ad essere una autentica, perdonatemi il termine poco medico e poco aulico, puttanata la cura non è esente da rischi oltre ad essere inefficace.

Il bicarbonato ad alte dosi provoca squilibri metabolici, quindi non è proprio acqua del rubinetto.
Fortunatamente l’ordine dei medici ha radiato questo personaggio. Fortunatamente ci sono processi penali a suo carico. Sfortunatamente il suo sito è ancora presente in rete.

Credo sarà difficile che un malato o un parente di un malato di cancro possa capitare qui.
Posso dirvi che per motivi strettamente personali e di famiglia ho conosciuto almeno tre tipi diversi di carcinomi.
Posso darvi tutto l’appoggio routinario della mia esperienza e il grosso consiglio di andare nei numerosi centri specializzati presenti in Italia, che saranno segnalati dalle vostre ASL.

0 thoughts on “Cure innaturali.”

  1. Cara Fran, ti leggo spesso e volentieri , ma questa volta non è come le altre.

    Sarà che questo sciroccato della cura al bicarbonato mi ha fatto tornare in mente la sofferenza atroce che ci ha inferto la morte di mio zio, sarà che non potevo credere a quel che leggevo (e non sono nemmeno un medico).

    Ci ho messo un minuto e mezzo per girare il link al Ministero della Salute e al Ministero delle Comunicazioni. Spero che qualcuno che se ne accorga.

    So benissimo cosa significa aggrapparsi ad ogni speranza, ad ogni cura, ad ogni cazzo di nulla pur di tentare di vincere la guerra contro il cancro. Ma questo stronzo deve finire in galera, perchè non vende speranza, ma menzogna pura.

    Un abbraccio forte

    Anna

  2. Anna, hai tristemente ragione. Da quando stasera ho ascoltato la trasmissione ho veramente perso il lume della ragione, sentendo anche le testimonianze degli interessati.

    Anzi, hai fatto benissimo, anche perché io non ci ho proprio pensato a segnalarlo. Ti ringrazio tanto.

  3. Sono schifata…ho visto il mio ragazzo giusto 2 anni fa andare da una pranoterapeuta, che gli spillava 100 euro a seduta, per farlo dormire su un divanetto mentre lei con “l’energia delle sue mani” faceva in modo di eliminare “l’energia negativa” della sua malattia. Quando è finito in ospedale per il trapianto di midollo, lei si è offerta per un’ennesima seduta, dicendo che anche se lui era in camera sterile, avrebbe benissimo potuto usare una fotografia… Capisco una madre disperata, che fa di tutto per salvare il figlio, ma così è davvero troppo..

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.