Quattro gatti in Padella.

Siamo un paese che si mangia animali pucci come i bambi (ehi, studioaperto li chiama così!), i cavalli, i conigli, struzzi, spongebob.
Sono una persona che si è mangiata del cervo due mesi fa.

Ora, Bigazzi era da cacciare dal Regno soltanto perché respirava, perché diceva che la donna doveva stare a casa, perché rompeva i coglioni, perché si ravanava i coglioni in tv, perché dava degli scemi a tutti quelli che non la pensavano come lui su come si saltava la cicoria dop del Valdarno. Non perché ha detto che in alcuni luoghi (e forse in alcuni laghi) si mangia/è mangiato il gatto.
Siete riusciti a farmi provare pena e solidarietà per Beppe Bigazzi: vi odio.


0 thoughts on “Quattro gatti in Padella.”

  1.  mi sono ribaltata dalle risate solo alla lettura del titolo… immagina cosa ho fatto quando ho finito di leggere il post!!!! grazie!!!
    ciao Kanachan

  2. Mannaggia, e dire che i "saggi", si fa per dire,   consigli del Bigazzi erano l’unica parte più divertente della Prova del cuoco, sopratutto in duetto con la Clerici……. 

  3. Se ti consola qui c’è un rinomato locale con un ampio parco recintato sul retro dove chi vuole può andare a giocare con morbidi coniglietti e intere famigliole di bambi …
    poi se vuoi te li ritrovi in piatto, con contorni di stagione e cotture a richiesta

    nessuno s’è mai lontanamente sognato di chiuderlo, anzi…

    Lilith

  4. Ciao Fran… Ma quanto tempo…Ma soprattutto, che bello rileggerti! Spero tu stia bene, e grazie per il tuoi post, che mi fanno sempre sorridere, nonostante tutto… Beh, effettivamente la soppressione era d’obbligo (sono animalista), ma era d’obbligo a prescindere!!! ^__^  A presto, Akai

Rispondi