Perché vale, turisticamente, farsi una girata a Budapest.

Budapest: ponte delle catene.Il compositore magiaro Gyorgy Ligeti ha ben riassunto Budapest perfettamente quando disse, “Se arrivi a Budapest da Parigi, ti sembra di essere a Mosca. Se arrivi a Budapest da Mosca, pensi di essere a Parigi.”

A metà strada tra Europa occidentale e orientale, dove il bacino dei Carpazi incontra le montagne e le pianure dell’Ungheria centrale, le due antiche città di Buda e Pest sono divise dal fiume Danubio. Uniti in una sola città nel 1873, Budapest, è una combinazione affascinante di culture est e ovest. E’ visibile tutto il mondo negli elementi di questa vivace città: nell’architettura gotica delle sue case e nel Parlamento, nelle cattedrali rinascimentali come la basilica, in antichi castelli, e nei bagni turco sparsi in giro per la città come oasi di mosaici elaborati riempiti di acqua riscaldata.
E ‘facile essere ammaliati dai contrasti tra vecchio e nuovo di Budapest. Giovani aperti al futuro con dietro l’angolo dalla Basilica un eco di canti latini o uno sguardo sul Danubio largo per il centro storico dal Castello di Buda proprio come lo vedevano i suoi cittadini nel 14 ° secolo.

Un ottimo modo per iniziare la visita di Budapest è immergendo nella sua storia turbolenta presso il Museo Nazionale Ungherese. Celti, Romani, magiari, turchi, gli Asburgo, la Germania nazista e l’Unione Sovietica hanno invaso Budapest in una sola volta o in un altro. Passeggiate attraverso le gallerie superbe in questo edificio neoclassico, costruito tra il 1837 e il 1846, come si guardano i manufatti intriganti di queste epoche, e assaporare in lieto fine dell’Ungheria quando fu dichiarata una Repubblica il 23 ottobre 1989 con il crollo brusco del comunismo .

Il Museo Etnografico è ben merita una visita per la sua meravigliosa collezione di reperti storici e culturali, gli schermi pieni di una grande varietà di bric-à-brac (192.000 oggetti!) Risalente primi insediamenti della città nell’età del bronzo intorno al 2000 aC Si cammina attraverso il tempo, come ogni galleria ti porta più vicino alla società contemporanea. Ma la ragione principale vi consigliamo di visitare questo museo è quello di ammirare la magnificenza pura sala marmo del museo voce. In origine la corte reale o Palazzo di Giustizia, costruito nel 1893-6, miscela mozzafiato della sala del Rinascimento, Barocco, e l’architettura classica è visto nelle sue scale regali, colonne corinzie, e pavimenti intarsiati. E ‘facile capire perché è stato lo scenario di molti film di rinascita.

Le Camere del Parlamento nelle vicinanze (costruito 1885-1904) è altrettanto sensazionale, con una cupola di 96 metri, alta rosso, neo-gotico e barocco, e decorato con 233 statue, 27 porte, 10 cortili, e 691 camere. La linea per il tour è comunque formidabile, e si potrebbe essere meglio semplicemente camminando intorno alla parte esterna.

La collina del castello di Budapest si affaccia come un imperatore maestoso, e si potrebbero facilmente passare un giorno o due esplorare i suoi musei eclettici, Sandor Palace, e Castello di Buda (che ospita la Galleria Nazionale Ungherese) in questa città medievale perfettamente conservata, completa di strade di ciottoli. Ma, inizia il tour del quartiere del Castello da Piazza Batthany accanto il Danubio e camminare per un miglio su per la collina ripida attraverso la periferia di Buda per avere un’idea di come vive la gente del posto.

Due punti di vista spettacolari all’interno di pietra un tiro di ogni altro sulla collina del Castello il pittoresco piazza della Trinità sono la Chiesa celebre Matyas, con un tetto a mosaico indimenticabile piastrelle, e il Bastione dei Pescatori, la sezione del muro medievale presidiati da Gilda del Pescatore, con torrette a spillo cercando come qualcosa da una fiaba.

Vivace mercato centrale di Budapest è un’associazione culturale miscuglio di negozi di souvenir, bancarelle di cibo, e negozi di gastronomia, che offre un corso accelerato di cucina ungherese. Ho provato un pasto progressiva di salsiccia ungherese, salumi, formaggi, prosciutti, dolci e salate gulasch, tutti con diverse quantità di l’onnipresente piccante rosso paprika ungherese mescolato, con risultati leggermente appetitoso a bruciare la bocca. Prendetevi un momento per ammirare l’architettura strutturale trave in acciaio in questa sala enorme. Se sembra vagamente familiare, è perché è stato progettato da Gustav Eiffel di Parigi della Torre fama.

Per rendere giustizia a Budapest, una settimana intera di visite è raccomandato. C’è molto di più nella città che può essere compresso in uno slogan, ma altro must-dos sono: attraversare il Danubio e il Ponte delle Catene, prendendo le acque in uno dei famosi bagni di Budapest, in visita attraverso Basilica di Santo Stefano, a piedi attraverso Piazza degli Eroi e le vicine Terme Szechenyi, shopping finestra lungo il viale pedonale Vaci Street, e passeggiando per molti musei belle della città.

Troverete gli ungheresi molto desiderosi di mostrare la loro città, con quella sorta di forte orgoglio così evidente in un paese che solo di recente ha guadagnato la sua libertà politica e culturale.

Visitare Budapest è come giocare con il cubo famoso ungherese Erno Rubik con lo stesso nome. Ogni volta che si accende in un modo o l’altro, decine di intriganti combinazioni sceniche si confrontano. Devo andare in questo modo per un museo di storia o in quel modo di visitare un bagno turco, in questo modo in un palazzo o in quel modo per una città storica arroccata su una collina? Qualunque modo si sceglie, Budapest vi conquisterà.

 


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.