Non capisco…

Tutta la polemica per l’sms della presidenza del consiglio [mi è arrivato stanotte, non c’è nulla di politico, è un semplice reminder]. Non sono pro Berlusconi, ma in questo caso non la vedo né come una propaganda né come una forzatura. Suvvia…

Il problema è che siamo passati da un eccesso all’altro. Dagli esodi in cui si facevano migliaia di kilometri [chi non ricorda Bianco, Rosso e Verdone…?] per tornare al paesello a votare ad adesso [che siccome ingiustamente si vota il week-end] che si approfitta del bel tempo per girovagare anzichè votare.

Per votare, per aumentare le affluenze si dovrebbero fare due cose: o spostare il voto nella settimana lavorativa (come del resto fanno in altri paesi) o darci altre modalità per votare. Io devo fare quasi 500 km per tornare a casa. Solo che devo lavorare, e quando avrò la mezza giornata libera mi vado a vedere un concerto a Bologna.

Mi avessero fatto votare telematicamente o nel posto in cui mi trovo (sono le europee, eh…) avrebbero nel mio piccolo caso risolto un problema sia mio che loro.


0 thoughts on “”

  1. Giusto in questo momento mi e’ arrivato il famigerato SMS.

    Credevo che al Berlusca fosse giunta voce che non sono tra i suoi simpatizzanti e che avesse cercato di tenermi all’oscuro della tornata elettorale. :)

    Per il resto, Fran, la tua visione dei diriti/doveri dell’elettore e’ troppo logica per il Ministero. Ce ne dobbiamo fare una ragione.

  2. Ciao Gus. Grazie per i complimenti…

    Non lo sapevo. Pensavo fosse solo un privilegio destinato ad alcuni politici (Sgarbi sboroneggiava su ciò). Credo sia un po’ tardi per informarmi… :/

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.