Russare.

[mi calo un po’ nel camice del futuro medico… ma se adesso imito Costanzo nelle sale anatomiche non sperate in una maggiore serietà in corsia…]

È una patologia con cazzi e mazzi. Potete cliccare qui per maggiori info. Patologicamente è dovuto a dei malfunzionamenti, seri o meno gravi, dell’apparato respiratorio a livello del rinofaringe. Ossia: voi detenete un ostacolo a livello naso-gola, l’aria inspirata passa nella zona del palato molle e dell’istmo delle fauci [la parte posteriore della bocca] e si produce il ronzio vibratorio tipico.

Insomma, oltre che al rantolo vi fa male, a lungo andare, alla salute fa male anche a coloro i quali dividono le camere con voi.

Ho dei ricordi assurdi…

Da piccola quando si andava in vacanza col papi (rigorosamente a Novembre) purtroppo si stava in tripla. Siccome chi russa non si sa perchè ma si addormenta prima di tutti gli altri occupanti della stanza tentavo in ogni modo di zittirlo.

Poi son cresciuta e le tecniche si sono affinate. Schioccare la lingua [tipo i “bacetti” di quando si chiama il cane], battere le mani, ciancicare qualcosa in toscano [di notte, insonnolita, parlo solo in lingue natie, non so perchè…], tirare ciò che si ha a latere [rammento che una volta tirai a mio padre, dopo che l’avevo svegliato 4-5 volte causa rumore simil-motosega a disboscare mezza amazzonia mentre all’altra metà ci pensano i rosiconi, in successione le ciabatte, la bibbia, l’elenco del telefono, il maglione, il cappotto, le scarpe e il paralume dell’abat-jour…. Poi credo di essermi addormentata per sfinimento], mettersi i cuscini a mo’ di isolante [con conseguente proprio rischio di soffocamento…].

Insomma, una piaga…

[… continua?]

[on air: Franz Ferdinand – Auf Achse]


0 thoughts on “Russare.”

  1. se mia madre e tuo padre, ipoteticamente dormissero insieme ci sarebbe un terremoto di proporzioni devastanti…. ^__^ e per una donna russare è peggio!!!
    hai notato che chi russa non lo ammette mai? Una volta ho registrato mia mamma nel sonno mentre imitava un trattore per convincerla… ma non è bastato!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.