Bau (im).

Questa sera, ad una lieta e scanzonata cena lavorativa, ho collezionato una decina di commenti sul mio culo.
Metà anatomici (che continuo a non capire, ce ne fosse il motivo) e metà per fortuna lavorativa (devo ammetterlo, è un periodo di vacche grasse… non stavo finanziariamente così bene da 5 anni. Posso permettermi di spendere ben 6 euro e non sento la fitta al cuore).
 
In compenso ho magnato e bevuto tanto e bene. Alla seconda bottiglia di vino cantavo "Vecchia Roma" stornellata alla Lando Fiorini che era un piacere.
 
Il contrappasso della fortuna lavorativa è che di lavori ne faccio tre, studio a ore improbabili e tra sei ore devo essere già in giro. In pratica avrò liberi solo il 24-25-26.
 
Checculo.
 

0 thoughts on “Bau (im).”

Rispondi