Brum brum.

Io, un po’ come Sandro Bondi, ultimamente non viaggio in aereo. Più che altro per problemi di salute non posso. Quindi non avvicinatemi a Sandro Bondi, ché io spero sia una cosa passeggera, mentre lì non credo.

Oddio, prima viaggiavo in auto ché ci avevo il cane da portare in ferie con me. Preferivo eh.

Strasse des 17 Juni, Berlin.

Dicevo.

A lato avete la prova (visto che c’eran quelle persone lì fissate con le prove ormai vi documento il documentabile. Beh, tralasciando sangue e cose che non è bello vedere. Però, tipo, mi sforzo a documentare tipo agiografa di me stessa eh). Non ero io a guidare, ma ero incastonata nella comoda posizione alla Caccamo nei sedili dell’auto e ogni tanto davo un occhio alla cartina.
Naturalmente il giro che voleva farci fare google maps non era proprio capibile, quindi trovandomi ad entrare da Charlottenburg ho dovuto fare tutta la direttrice ovest-est. Cosa ganza, perché mezzi monumenti li ho visti in auto (e mezzi in bus, ho fatto delle foto che vi sorprenderanno, quando riuscirò ad upparle), però anche che due palle. Il mio essere irriducibilmente contraria ai navigatori porta di questi scompensi. E quando sto male non mi oriento neppure verso il bagno (cosa che si è fortemente risentita a Budapest, dove stavo malerrimo e la mia badante non si orientava. Non avendo neppure la cartina tirai fuori il laptop e mi agganciai a una delle tantissime wifi aperte in città. Son davvero copertissimi, giuro. Il contrario dell’Austria.)

La lungaggine del post rivela intrinsecamente un inno alla bellezza del viaggio in auto, la libertà degli orari e dei tragitti.
Omettendo il caro benzina, perché poco poetico (mi spiegate perché in Austria la benza costa mediamente 15 eurocent in meno in autostrada?)

[voi ci siete arrivati a Berlino e Lisbona, tipo, con la macchina? Gné gné]

0 thoughts on “Brum brum.”

  1. Io ammetto di trovare comodo il navigatore in quelle cittadine barbare (tipo Empoli, almeno finché non la conoscerò un po’ meglio) che se non prendi la svolta giusta poi sei costretto ad allungare la strada di 3 km perché ti sei invischiato nei sensi unici :|

Rispondi