Del perché Michele Cucuzza non dovrebbe dormire sogni tranquilli.

C’era un programma quando ero piccina io, sulla raidue, che si chiamava prima la Cronaca in diretta, poi l’Italia in diretta e c’era una una girandola di conduttori che andava da cecchipaone alla d’eusanio. Poi al primo s’accese la fregola della divulgazione protoscientifica, la seconda ebbe dei problemi perché la dava a Craxi, e poi iddo morì e quindi capitemi, e il programma passò a David-energiavitale-Sassoli. Ma siccome l’era così smorto, ma così smorto presero un piacione gigione da mettere lì in modo che non si vergognasse anche a svendere della dignità e lasciando stare il ruolo un po’ più istituzionale delle trasmissioni traghettando tutto verso il binomio figa&trenini.

Io in pratica è dal 1994, o meglio da quando poi chiusero Solletico, che io mi sforzo e mi costringo a studiare usando il programma come un "Crhisto, studia, guarda come puoi ridurti".


In pratica mentre le prime stagioni Cucuzza un po’ si tratteneva e fingeva ancora di essere giornalista, poi iniziò un turbinìo di trenini con le signore dei vari centri anziani romani [addirittura una di quelle, non so se ve la ricordate per la cotonatura e i 4 etti di rossetto, di nome Maria, mi chiese se volessi fare il pubblico lì, pensate voi, c’era come una mafia delle comparse quindi] e comparsate degli inviati a imperdibili matrimoni partenopei ove si narrava della bella favola di Ninuccio e Filomena. Ecco.
Ora, debbo dire che con il quasi conterraneo Sposini pare quasi che ci siam ripresi. Sposini ormai non è più Gigione come Michele Cucuzza. Anzi, sta lì sornione sempre con la stoccata cinica di uno che pensa "Guarda te per aver sbagliato corrente politica cosa mi tocca fare". Bravo Lambertone, che chiedi anche alle starlette "possibile che siete sempre fortunate, e non vi sentite mai dico almeno con andamento sinusoide"? E le poverette lo fissano.
Ansomma, Cucuzzone, come mi hai rovinato la tv italica. Intanto l’unica cosa che mi riecheggia è l’imitazione di Paoletta Cortellesi di tua inviata media. Ecco.
[Miché, marò anche che blog eh…]

Dalla Wikipedia della Vita in Diretta.


Nella stagione 2008/2009, dopo 11 anni di conduzione, Michele Cucuzza lascia il posto al nuovo conduttore Lamberto Sposini. Anche Walter Precci, storico autore del programma, va via per occuparsi del programma della concorrenza
Pomeriggio 5 condotto da Barbara D’Urso e Claudio Brachino.

Dite che ora dovrei guardare pomeriggio 5 per vedere se intravedo i topos che mancano or ora alla Vitaindiretta?
[anche no]

0 thoughts on “Del perché Michele Cucuzza non dovrebbe dormire sogni tranquilli.”

  1. Che ridere, hai ragione, però, c’è un però.

    Cioè scusa Sposini lo so che pecunia non olet però se tanto ti fa schifo il programma non accettarlo.

    Che poi, tal programma non possa che far schifo ad un giornalista, ed in particolare ad un giornalista mediamente serio come lui appare (ha fondato il secondo tg d’Italia, non ha ingoiato rospi per rimanervi),siam d’accordo.

    Ma alla fine per tirar a campare ha accettato adesso se togliesse sta aria da scettico blu: non poteva aspettarsi che la polpetta sarebbe stata meno indigesta.

    Cmq sì Sollettico si godeva. Ma chi era il losco figuro con la Ferracini?

    Ma Big lo ricordate?

  2. Solletico forever.

    Il gioco dove bisognava colorare il quadro… dio mio, che splendore.

    Il tizio si chiama Mauro Serio, e a volte compare con la Clerici alla Prova del Cuoco.

    Ora mi manca solo “Un posto al sole” e i bigodini in testa…

  3. Ebbene faccio un coming out: io “un posto al sole” lo guardo.

    E sapete qual è la cosa peggiore? Ceh quando anni fa chiamavo mio papà a quell’ora e lui mi diceva Ego, mi chiami dopo che sto vedendo unp.a.s., io lo coglionavo. Ma invece può creare assefuazione.

    Ora mi sto disintossicando ma è dura, è dura davvero.

    AIUTATEMI.

    Oddio ma quindi è quel losco figuro che c’è talvolta coi bimbi alla prova del cuoco. Iddio non è stato generoso con lui, no, no.

    A dir il vero non lo è statp sin da principio a pensarci bene, figo non è mai stato (se fossi figo…)

  4. @superegovsme no, QUELLO è Bigazzi! :P

    Un posto al sole lo guardo una volta a settimana a casa della mia ragazza, loro sono molto “appassionati”. Riesco comunque a seguirlo, perchè succede qualcosa ogni 3 mesi circa (telenovela leggermente “lenta”…) :D

  5. “lenta” sei davvero un eufemista…

    cmq ho rivalutato il mio metro di lentezza da quando ho visto due o tre volte, lo giuro vostro onore, sì sì sulle tette, vostro onore, “Agrodolce” una palla mondiale!!!

  6. Ahi, peccato che siete un pò più giovani di me, che avete lisciato le prime serie di “Bim Bum Bam”……

    P.S. : Ho sempre benedetto i compiti da fare il pomeriggio, proprio perchè mi tenevano lontana da questa specie di “contenitori televisivi” che col pretesto di fare informazione spettacolarizzavano il futile o , peggio ancora, i problemi ed i dolori delle persone in funzione del dio Auditel.

    Meglio un breve telegiornale.

Rispondi