Anni di studij, e poi incontri dei perecottari e ti si ammosciano.

Stamane ero al terzo piano del museo tarquiniese, quello che finalmente non ha l’esposizione non ottocentesca ma moderna, e c’era un gruppo lì di bambini di spoleto. Già io ho dei problemi razziali verso gli umbri, poi c’era sta guida (ché voi non lo sapete, ma in provincia di Viterbo han fatto un concorso e han promosso su, come si dice in ambienti aulici, merda e puzza.

Insomma, ecco, quindi c’era sta guida che diceva che secondo lei nel recinto sacro avevano seppellito un bambino che per loro era come un extraterrestre perché aveva (cito le sue parole) "quella malattia al cervello che è l’epilessia" (già qui stavo per smadonnare per la spiegazione) e poi era secondo lei albino "al punto che aveva i capelli bianchi e gli occhi azzurri azzurri che non poteva guardare il sole sennò si bruciava".
Ora io prima di sbattere la testa addosso al muro o chiederle da che punto di vista scientifico aveva trovato su Top Girl sta cazzata son rimasta lì a pensare alla tirosina, che si trasforma in melanina e alle evidenze paleoantropologiche che può lasciare su un corpo che ormai ha conservato solo le ossa e non i capelli. Ma intanto se ne stava andando.
Ma poi non le ho domandato nulla perché ci aveva la voce così fastidiosa che mi faceva girare le palle.

[mamma, che colleghe di merda che hai]
[la realtà è questa: nel recinto sacro, quindi nella zona dell’acropoli, è stata riportata una sepoltura, ma era di un uomo di circa 40 anni, con le articolazioni che mostravano un lento lavoro continuo di equilibrio e le coclee rovinate dall’acqua, ergo un pescastore o un marinaio. Magari greco, dalla differenza delle ossa. Ecco. Questa è l’evidenza scientifica: è stato ucciso con un fendente in zona occipitale.]


0 thoughts on “Anni di studij, e poi incontri dei perecottari e ti si ammosciano.”

  1. così fa molto CSI…

    Lilith

    ps. ma sto diventando sempre + cieca o il tag ad essere sempre + complicato? a volte mi sembra la prova x la daltonia ma in lillipuziano…

Rispondi