Il Divino Otelma ha 5 lauree.

In tutto questo parlare dell’affaire bamboccioni reloaded o sfigati che dir si voglia (nel calderone ci sono anche io: con giugno finisco a 29 anni il mio corso di studi – nel senso di frequentare- e poi devo dare esami. Come diceva il mio prof di statistica “Medicina è una doppia maratona”. Poi ne ho solo altri sei da fare, ma son dettagli.) nessuno ha pensato a una cosa: l’università non serve a un cazzo ora come ora. E se l’università non ti serve a trovar lavoro cazzo la fai a fare, per non contraddire i tuoi?

Sarebbe ora che ci fossero meno ingegneri e più infermieri. Ma si sa: che schifo fare l’infermiere. Hai a che fare con i liquidi organici. Certo. Già che schifo una professione che dopo alcuni anni ti garantisce uno stipendio enormemente più alto dei tuoi coetanei, e che sì, ci devi mettere tanta responsabilità, ma quello vuol dire crescere, ciccio.

In tutto questo vi ricordo che in Italia, chi emerge, non sono i belli, buoni, bravi e capaci. Lo vedo avendo gli amici thirtysomething a spasso. Emerge il furbetto del quartierino, chi ha culo, chi non ha vergogna a sputtanarsi, chi va oltre la legge.

Non è che siamo sfigati: siamo il fallimento dell’educazione della società. Il che è anche peggio. E questa cosa non si risolverà, culturalmente, facilmente. Altro che preoccuparsi per qualche tassa messa da Monti: siamo un Paese culturalmente al palo da almeno trentanni.


0 thoughts on “Il Divino Otelma ha 5 lauree.”

  1. se nove anni fa avessi preso scienze infermieristiche anzichè economia (oh poi all’epoca economia era ancora considerata una facoltà con buoni sbocchi occupazionali!), a quest’ora erano 5 0 6 anni che lavoravo… e che mettevo da parte soldini! ci stavo ragionando qualche giorno fa con una mia amica… lei biologa, con tutti i titoli che è possibile ottenere in Italia, compreso un dottorato all’estero… l’altro giorno è andata a fare un colloquio di lavoro per diventare rappresentante di prodotti cosmetici per parrucchiere/estetiste! anche lei si rammaricava quasi per la scelta fatta…. è come dici te… siamo al palo da trent’anni… ritornando al mio caso e alla mia laurea in economia del turismo… tutti a dire che il turismo è uno dei settori trainanti dell’economia, che soffre meno la crisi, che la gente fa vacanze più corte ma le fa… intanto da me siamo in due a spartirci 24 ore settimanali… e fortuna che facciamo anche altro!
    dopo dici che uno vuole prendere e andare fuori…

    1. Infatti il punto è quello. Purtroppo siamo una generazione di sfigati, e fermo lì. E chi ha lauree guarda come guadagna: facendo il pagliaccio o l’occultista. O tutte e due.

  2. Ed infatti anche io ogni tanto, vedendomi che è un pò che non trovo un’occupazione degna di qiesto nome, mi chiedo se non ho fatto un cazzata a laurearmi in Scienze Politiche……

Rispondi