Barackos Gomboc (che poi è un dolce che siamo in zona limite ancora da farsi)

Oggi parliamo di un dolce che secondo me mentre sta piovendo e ora che si trovano le albicocche (anche se ancora non buonissime) è fattibile. Si chiama Barackos Gomboc, nel cui interno nella ricetta base è racchiusa una deliziosa albicocca. Vi e’ anche una versione con le prugne, che vi dico sotto come cambia. La preparazione è un po’ lunga, ma non troppo complessa. Ad ogni modo la bontà di questo piatto ripaga ogni sforzo!
Con le albicocche:

Ingredienti:
– Kg 1 di patate
– gr 350 farina
– gr 30gdi burro
– 1 pizzico di sale
– gr 500 di albicocche
– 1/2 cucchiaio di cannella
– gr 100 di pangrattato
– gr 50 di burro
cannella e zucchero a velo
Esecuzione:
Lavate le albicocche, asciugatele, e snocciolatele. Cuocete le patate, sbucciatele quando sono ancora calde e schiacciatele dopo averle lasciate raffreddare impastate con la farina, il burro e il sale. Stendete l’impasto su un piano infarinato fino ad uno spessore di 1.5 cm cospargetelo di farina. Tagliate la pasta in modo da formare dei quadrati di circa 9 cm . Ricavati i quadrati di pasta mettete al centro di ognuno mezza fetta di albicocca cospargetela con la cannella. Richiudete il frutto con la pasta in modo da ottenere dei fagottini.
Fate bollire i fagottini nell’acqua, quando risalgono lasciateli bollire per 4 minuti ancora. Infine scolateli e passateli nel pangrattato precedentemente tostato. Lasciateli un pò riposare e poi serviteli ancora caldi cospargendoli con zucchero a velo e cannella.
Versione con le prugne

Ingredienti:
seguite quelli della versione precedente sostituendo le albicocche con le prugne
in più alcune zollette di zucchero.
Esecuzione
Lavate, asciugate e snocciolate le prugne. Procedete poi per la pasta come nella prima versione e dopo avere ricavato i quadrati mettete su ognuno di essi mezza prugna e una zolletta di zucchero. Richiudete i quadrati a semicerchio, in modo da dargli una forma simile agli gnocchi. Per la cottura procedete come nella versione precedente, l’acqua in questo caso deve essere leggermente salata.
Infine terminate sempre come nella ricetta con le albicocche.


Rispondi