La campagna « Ricordiamoci dell’infanzia » di Save the Children

logo_savethechildren_567x139Chi non conosce o ha mai sentito parlare Save the Children? La più grande organizzazione internazionale indipendente che lavora per migliorare concretamente la vita dei bambini in Italia e nel mondo. Spesso qui sopra vi ho parlato di loro campagne, e adesso è arrivato il momento di introdurvene una nuova.

Save the Children con la campagna «Ricordiamoci dell’infanzia» vuole richiamare l’attenzione delle autorità: aderendo all’iniziativa anche Tu chiederai a Mario Monti di esaminare il problema della povertà minorile e le sue cause. E’ iniziata il 15 maggio ed è rivolta alle istituzioni italiane ma anche ai singoli cittadini al fine di far riflettere tutti sul rischio di povertà infantile in Italia.

Ma la povertà esiste anche in Italia?

Purtroppo si. Nel 2010 si è stimato che ben 1 bambino su 4 viveva in stato di povertà e circa il 6% non aveva uno stile di vita accettabile perchè privo dei beni essenziali.
Per promuovere questo cambiamento socio-culturale e sensibilizzare l’opinione pubblica, l’organizzazione no-profit ha lanciato il suo manifesto online sul sito: http://www.ricordiamocidellinfanzia.it/ dove più di 2.500 persone hanno già aderito alla campagna inserendo una propria foto da bambino.
Un gruppo di anziani attaccano le loro foto da bambini
Lo scorso Venerdì 25 maggio a Roma in Piazza San Silvestro, inoltre, Save the Children ha organizzato un evento per rivolgere al Governo un messaggio di mobilitazione ancora più forte. La manifestazione ha visto la presenza di circa 1000 persone tra bambini, adulti, artisti di strada e numerose personalità del mondo della cultura e dello spettacolo che hanno aderito alla campagna.
04_Persone in fila per attaccare la foto
Sotto vi lascio con il video, che è già divenuto molto cliccato in pochissimo tempo, e che centra assolutamente l’argomento. Magari cercate di condividerlo sui vostri spazi visto che è molto “a pronta presa”.
//


Rispondi