Sei dei più eccentrici musei britannici

Uno di questi è di recente inaugurazione: il Postal Museum(link is external) nel quartiere londinese di Clerkenwell. Il museo riporta in vita cinque secoli di storia delle comunicazioni attraverso gallerie interattive, un coinvolgente percorso sotterraneo su binari, strutture di ricerca all’avanguardia e attività didattiche; Questo nuovo museo unico nel suo genere rivelerà l’affascinante storia del primo vero social network. Da non perdere, gli archivi e i documenti risalenti al XVII secolo, una collezione di veicoli vintage e l’evoluzione di un’umile icona britannica: la cassetta rossa delle lettere.

Da scarpe e matite, fino alle stregonerie e alle curiosità zoologiche, ecco altri sei eclettici musei in tutta la Gran Bretagna dedicati alle stranezze e alle meraviglie del paese.

1. Sherlock Holmes Museum, Baker Street, Londra

Sherlock Holmes e il Dottor Watson, personaggi partoriti dalla mente di Sir Arthur Conan Doyle, vivono al 221b di Baker Street, a Londra, location fittizia in cui oggi sorge realmente lo Sherlock Holmes Museum(link is external). Il museo è ricco di manufatti antichi, oltre a una ricostruzione dell’appartamento vittoriano del detective, progettato esattamente come viene descritto nei racconti. Qui avrai modo di scattare bellissime foto e potrai visitare un’esposizione di personaggi delle avventure di Sherlock Holmes realizzati in cera a grandezza naturale e troverai un negozio di souvenir pieno di articoli bizzarri.

2. Derwent Pencil Museum, Keswick, Cumbria

Gli appassionati di articoli di cancelleria vengono da tutto il mondo per vistare questa attrazione nel Lake District (Inghilterra nordoccidentale). Situato nella cittadina di Keswick, dove fu realizzata la prima matita, il Derwent Pencil Museum (link is external)ospita la più ampia collezione di matite al mondo, che include la matita colorata più lunga del pianeta e una collezione di matite con scomparto segreto risalenti alla Seconda Guerra Mondiale. Troverai anche workshop artistici e molte opportunità di disegnare, e potrai anche ampliare la tua collezione di matite al negozio Derwent Fine Art.

3. Museum of Witchcraft and Magic, Cornovaglia

Boscastle, in Cornovaglia (Inghilterra sudoccidentale) ospita il suggestivo Museum of Witchcraft and Magic(link is external). Lanciati alla scoperta di curiosità pagane, come tinozze per preparare pozioni, ingredienti per realizzare sortilegi, bambole voodoo, tavolette Ouija, libri di magia e antiche immagini incentrate sulla stregoneria utilizzati per secoli nella propoaganda per la caccia alle streghe. Il museo ospita anche eventi, come racconti serali di storie di fantasmi a lume di candela.

4. The Shoe Museum, Northampton

Se adori le scarpe, questo museo dedicato alle calzature è il posto giusto per te! Sede della più vasta collezione di calzature storiche al mondo, il Northampton Museum & Art Gallery(link is external) espone oltre 12.000 scarpe, che coprono un periodo che va dall’Antico Egitto ai giorni nostri. Tra gli articoli di maggior spicco, un paio di scarpe da calcio autografate da David Beckham e gli stivali indossati da Elton John nel ruolo di Pinball Wizard in Tommy. La galleria “Life & Sole” si concentra sulla storie della produzione di calzature, mentre la galleria “Follower of Fashion” illustra le varie mode delle calzature attraverso i secoli, inclusi alcuni dei modelli più famosi di Manolo Blahnik e Vivienne Westwood.

5. Pitt Rivers Museum, Oxford

Questo museo dell’Università di Oxford dispone della più vasta collezione in Gran Bretagna di manufatti archeologici e antropologici provenienti da tutto il mondo: circa 500.000 reperti donati da viaggiatori, accademici e missionari. Benché possa apparire come la collezione privata di Indiana Jones, in realtà il museo fu fondato da Augustus Pitt Rivers, ufficiale dell’esercito britannico, archeologo e etnologo.

L’immensa mole di oggetti curiosi provenienti da tutto il mondo esposte al Pitt Rivers Museum(link is external), figurano manufatti utilizzati in riti funebri, armature, piercing, strumenti musicali, imbarcazioni, maschere per danze e tessuti, tutti suddivisi tematicamente a seconda dell’utilizzo, piuttosto che dell’epoca o paese di origine. Il museo è famoso per le tsantsas esposte: teste di essere umani, di bradipi o di scimmie a cui sono stati rimossi cranio e cervello, per poi riscaldare e trattare accuratamente la pelle, riducendo così le dimensioni della testa. A realizzare questo macabro procedimento erano le tribù che vivevano alle pendici delle Ande. Inadatto a chi si impressiona!

6. The Ragged School Museum, Londra

Questo museo vittoriano incentrato sul tema della scuola è un’ottima scelta per i visitatori più giovani, poiché permetterà ai bimbi di oggi di comprendere quanto siano fortunati a disporre in classe di lavagne interattive e laptop, invece di calamaio e pennino. Al Ragged School Museum(link is external), i bambini potranno indossare abiti dell’epoca e prendere parte a una lezione per scoprire com’erano i bambini meno fortunati negli anni Settanta del XIX secolo. La scuola è anche considerata una delle più infestate di tutta la Gran Bretagna e organizza tour alla scoperta di fantasmi… sempre che tu abbia il coraggio di parteciparvi!


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.