Leonardo da Vinci al Teylers Museum: prima grande mostra nei Paesi Bassi dal 5 ottobre 2018 al 6 gennaio 2019

This photograph is issued to end-user media only. Single use only. Photographs must not be archived or sold on.

Il Museo Teylers di Haarlem organizza dal 5 ottobre 2018 al 6 gennaio 2019 la prima grande mostra nei Paesi Bassi su Leonardo da Vinci.  Alla vigilia del suo 500 ° anniversario, più di trenta disegni dello stesso Leonardo e altrettante opere di contemporanei e seguaci arriveranno ad Haarlem. I prestiti provengono da collezioni provenienti da tutto il mondo, tra cui gli Uffizi di Firenze, il Louvre e la Royal Collection di Windsor.

Questa è un’occasione unica per vedere le opere che dopo la mostra non saranno più visibili per anni, perché non potranno essere ulteriormente esposte alla luce.

Tra queste opere, 3 dei 5 studi preliminari che Leonardo fece dei discepoli dell’Ultima Cena di Santa Maria delle Grazie a Milano e lo studio per la Madonna nella Grotta della collezione della Biblioteca Reale di Torino.  

La mostra pone particolare attenzione sulla modalità di rappresentazione delle emozioni e delle espressioni che ha reso Da Vinci unico rispetto ai suoi contemporanei. Una capacità acquisita grazie a numerose ricerche, inclusa l’anatomia, per elaborare i personaggi delle sue opere. Questo taglio tematico su Leonardo non è mai stato proposto e viene scelto per la prima volta dal Teylers Museum.

Gente reale

Leonardo Da Vinci (1452-1519) fu il primo artista del Rinascimento a usare persone “vere” per le sue scene bibliche. I suoi apostoli, gli angeli e le figure Mariane sono spesso modellate su persone provenienti dal suo ambiente. Persone vere con emozioni vere. Da una bellissima giovane donna alla Monna Lisa e da potenti guerrieri nell’impeto della battaglia a schizzi caricaturali: curioso com’era, Leonardo studiò i tipi più diversi. Sulla base del confronto tra i suoi disegni e quelli dei suoi contemporanei appare chiaro come l’artista fosse in anticipo sui tempi. Specialista in questo campo è Michael Kwakkelstein, direttore dell’Istituto di Storia dell’Arte Olandese di Firenze e curatore ospite della mostra.

L’ultima cena

La mostra presenta tre studi preparatori de L’Ultima Cena, tra cui il ritratto di Giuda. Il Teylers Museum dedica uno spazio speciale a questo murale celebre in tutto il mondo, che ovviamente non può viaggiare, ma che può essere visto come replica nel formato originale (4,6 x 8,8 metri) insieme ad una replica in formato originale della versione speciale de L’Ultima Cena proveniente dall’abbazia di Tongerlo. Un’occasione unica per scoprire cosa Leonardo abbia voluto esprimere con questa opera d’arte innovativa.

Il Teylers Museum attraverso gli occhi di Leonardo

Leonardo non era solo un artista, ma anche un inventore e ricercatore curioso senza limiti. Nei suoi famosi taccuini ha riempito migliaia di pagine con annotazioni sulle più svariate materie. Come sarebbe se questo homo universalis guardasse i fossili, le rocce e gli strumenti della collezione del Teylers Museum? Il suo fascino per l’anatomia viene anche presentato in una presentazione speciale.

I biglietti per la mostra possono essere acquistati solo online a partire dal 22 agosto  sul sito www.teylersmuseum.nl

Didascalia: Leonardo da Vinci (1452-1519), Studio di testa di un soldato, ca. 1504-1505, Budapest Museo delle Belle Arti

Nella stessa cittadina il rinomato Museo Frans Hals ospita la mostra Frans Hals and the Moderns dal 13 ottobre al 2018 al 10 febbraio 2019. In occasione di Haarlem città della cultura, è stato creato un biglietto unico per visitare entrambe le mostre al prezzo di 37 €, invece che 44,50 €.


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.