Drin.

«Disturbo?»

«Noooo, mica stavo per andare a dormire…»

«No, è che avrei una cosa urgenissima da chiederti…»

«Dimmi.»

«Tu che hai visto casa mia…. mmmm, cioè, siccome inizio ad avere qualche libro, che ne dici se comprassi una libreria?»

«All’Ikea? Poi non dirmi che ti serve una mano… fa tanto Antonacci e il suo letto assemblato di sabato… ci si dorme sopra? No, non al letto… nel senso: ci penso, parliamone domani. Baci eh. Not-te.»


0 thoughts on “Drin.”

  1. Beh sì, scambio nel senso di dire, esporre vicendevolmente: parole, opinioni, pareri, impressioni. Tipo scambiare due parole, quattro chiacchiere e magari non dire niente, ma lasciar intendere molto.
    Forse scambio anche nel senso di cambiare con moneta di taglio inferiore. Tipo: “hai da scambiarmi, centomila lire, 100 marchi, 50 dollari, 50 euro, un assegno a vuoto….

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.