Il blocco cucina.

Il mio incubo da due notti.

Oltre il mal di schiena [no, non pensate male… non lo penso neanche io… ho gli ormoni di Rosy Bindi ultimamente…] e la vicina che si da al flamenco per zittire il pupo che piange di notte ho il blocco cucina che mi si aripropone come la peperonata.

Spiego [con la morte nel cuuuuore]: in uno dei tre luoghi preposti all’arredamento della mia futura casetta ho trovato un blocco cucina che praticamente, per il prezzo che è, me lo tirano dietro senza tanti complimenti.

Il problema è uno: non è componibile. È proprio blocco.

Il problema speculare è un altro. L’attacco per il lavandino nella casetta in costruzione è dalla parte opposta.

Tesi: o il geometra mi sposta l’attacco dell’acquaio o io mi incazzo.


0 thoughts on “Il blocco cucina.”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.