Alla facciazza del Billionaire.

Gggiovane.
Tu che segui la moda come il branco detta, con quella mutanda ostentata e il pantalone bracalone o girofica, distinguiti almeno sul non seguire l’idea referendaria del capobranco.
Capisciammè: non è che perchè sei di destra devi votare quattro no. Guarda il sor Gianfranco Fini come sta più avanti di te. E neanche se sei di sinistra devi seguire il branco, guarda per esempio il sor Rutelli come sembra di non starci tanto dentro.
 
Distinguiti dalla folla.
Quest’anno l’avvenimento d’inizio estate (sebbene maremma zucchina fa un freddo della pupazza. Ma io resisto con le maniche corte…) mica è l’inaugurazione del Billionaire. Ennò. Quest’anno l’evento figo sarà dire: "eh, ma io son andato a votare…"
Ganzo veh.
Pensa a quando te ne potrai bullare sulla spiaggia mentre guardi i didietro delle tipe o mentre controlli se il costume ti ha fatto il rigo bianco dove non volevi.
 
Cerca di farti una tua idea, non ti serve solo adesso ma sempre. È normale che i paroloni di stampo medico ti mettano dubbi, ma diobono… sai usare internet. Vai su google e cerca tutti i pareri, e non stare a sentire Ballarò o Porta a Porta. Cercati il significato delle parole e delle operazioni. Ragiona secondo coscienza e non secondo un’etica precostituita dalla società che ti ha cullato finora come la bambagia.
Se io ci ho messo tre ore di telefono a spiegare a mia nonna cosa fosse e in cosa consistesse una fecondazione artificiale nonchè cosa fosse una fecondazione eterologa mi chiedo cosa possano aver capito cinquanta milioni di Italiani.
 
Gggiovane, documentati e dopo la 3 giorni all’Heineken Jammin Festival ritorna la mattina col treno e ancora intriso di alcol e cannabioidi e vai a votare al seggio. Magari segnati prima cosa devi votare eh (si sa mai che il rincoglionimento..), e se devi svomitazzare fallo sul treno che al seggio pare brutto.

0 thoughts on “Alla facciazza del Billionaire.”

  1. una meraviglia! complimenti davvero. è la propaganda più valida che finora ho sentito per convincere la gente ad andare a votare…

    comunque gggiovane se voti 4 SI’ è meglio!

  2. … sono commosso…

    sarà mica che pianga troppo spesso?!?!?…

    Fran sei grande…

    Ma certo … votate, votate, votate e votate… si in somma … votate 4 volte SI…

    poi fate come vi pare, ma non lamentatevi in futuro quando voi(toccatevi pure ma prima o poi capita a tutti), o qualcuno dei vostri cari avrà bisogno di qualcosa che magari, avendo votato SI nel lontano giugno 2005, avrebbe aiutato la ricerca ad accellerare i tempi… mentre con i NO o l’astensione avete contribuito a rallentare il tutto…

    meditate gente, meditate.

    Sempre con affetto alla Fran

    STef :)

    ps: ma si capirà il mio concetto?!?

  3. La vera vottoria sarebbe che ognuno capisse sul serio di cosa si sta parlando. Sono stanco di sentire parlare personaggi che non ne capiscono una cippa, sventolati come bandiere dai comitati del sì e del no/astensione. Non votate quello che dicono la Fallaci, la Ferilli, Vasco la Bellucci o il vostro politico preferito. Informatevi e fate quello che vi dice la vostra testa.

Rispondi