La zanza.

In questo posto non si parla del soprannome dato da interciannel al giocatore Emre ma della protagonista delle notti d’estate.
 
Ier sera avevo dimenticato la zanzariera della finestra che da sul balcone alzata. Dimenticato… faceva un caldo porco. Pensavo: vabbè, se la lascio aperta una ventina di minuti mi si rinfresca casa con il sapiente giuoco delle correnti e almeno stanotte non sembra di essere in sauna finlandese.
 
Infatti in casa c’era un freschino naturale da far invidia a un abitante dei sassi di Matera.
Però c’era anche un allevamento di zanzare, tutte concentrate nel bagno. E voi direte, vabbè… si chiude la porta e via…
Sì, ma te ne accorgi subito quando il gregge è peregrinato in tutta casa.
 
Quindi passi l’orario mezzanotte-due e mezza al ritmo di Take me out dei Franz Ferdinand con la risma degli appunti di Biochimica per uccidere gli insetti colonizzatori. [almeno a qualcosa son serviti quegli appunti…]
Bollettino di guerra: 43 morti, un muro sbaffato e la conoscenza che le zanzare di adesso quando sentono le piastrine vape son quasi più tentate di entrare in casa.
 
[dallo sglaps dell’amiciccio un ritratto di signora]
 
 

0 thoughts on “La zanza.”

  1. ho combattuto 10 giorni con una zanzara che usciva apungermi empre alla stessa ora e al buio, sono riuscito a scovarla solo guardando dietro la spalliera del letto, non ho mai più incontrato una zanzara così intelligente

  2. Io vivo con il Baygon Genius attaccato in eterno e la stanza chiusa.E con tutto questo,mi pungono lo stesso le bastarde,a meno che io non le centri prima con la ciabatta -_-;

    JunoLoire

  3. > non ho mai più incontrato una zanzara così intelligente

    gia diventano sempre peggio…

    l’ulltima mi ha lasciato anche un bigliettino:

    “grazie per la cena”

    firmato: la zanzara che non ha nulla da nascondere ma si nasconde lo stesso…

Rispondi