Il caldo.

Annotazioni per giornalisti: come ovviare alla scarsità delle notizie in estate se nessuno si decide di armarsi fino ai denti e ammazzare chi passa o se branchi di giovini non hanno incipit di priapismo.
 
Scaletta media di un tg:
Il caldo: parliamone con il meteorologo. I dati storici. Le inqudrature nelle maggiori piazze italiane. Il montaggio grafico cupolone/temperatura, torre degli asinelli/calura.
Il papa che da consigli su come superare il caldo se vi trovate nei giardini di castelgandolfo.
Gente che mette i piedi a mollo nelle fontane, cani assetati, turisti conciati peggio del normale con canottiera, pantalone bracalone e bottiglietta d’acqua a fare le code fuori i musei rischiando l’insolazione.
Poi i consigli medici su come affrontare il caldo: bevete molto, evitate le ore più calde (perchè voi siete così pirla da uscire a correre alle 14), attenzione a quello a quell’altro, lo squaraus è imminente, tenete l’anziano in cantina e il bambino sotto la doccia.
Il costo dei ventilatori…. relato con il caldo che fa abbassare il livello dei laghi. Essì perchè c’è il rischio centrali idroelettriche. Magari fate un bel servizio ai letti dei fiumi in secca e tornati in studio indignatevi perchè nessuno adesso va a fare pulizie degli alvei.
 
Della gnocca quanto basta, in diverse occasioni: scollacciata per gli aperitivi, semignuda in spiaggia.
Cosa fanno i calciatori in vacanza? È vero che andare al Billionaire abbassa la calura?
Meglio la granita o la grattachecca?
Poi arriva il colpo di teatro alla studioaperto: il servizio di fronte alla gelateria…
[si ringrazia Mattia per l’assist ieri pomeriggio in Msn]

0 thoughts on “Il caldo.”

  1. Io lavoro in una cucina infernale di tre metri quadri: guardo fuori e vedo gruppetti di bauscia milanesi che sguazzano nel lago o si rinfrescano alle docce..

    Ed esco a correre alle 15!

  2. ma il colpo di genio dei tg arriverà con la prima pioggerellina, e allora tutti grideranno al rischio alluvione,secondo me è tutto il loro parlare a creare umidità.. mo gli sparo almeno parlano d’altro,di sicuro io finisco al fresco..

  3. Lucio: grazie ancora.

    Mattia: e di nulla (prepara l’intervista :PPP)

    Anonimo: difatti a quello non ci avevo pensato.

    Tati: sarà troppo culturale?

    Confuso: e la bagnacaoda? farà disidratare?

    arischild : argh.

    Susan: mmm, il post di domani?

  4. ma quale anonimo!sono valmont, porc miseria,sono abituato con iobloggo, dove ho il nick preinserito e quando passo da te, una volta ogni tre mi dimentico la firma; son fuso, sarà il caldo? tranqui mattia con te chiuderò un occhio

  5. Uhmmm…come mai dici che con me chiuderai un occhio? Forse hai intuito che sono un giornalista? ;)

    Comunque io non ho mai scritto sul caldo. ;)

    Mattia

Rispondi