Aridatemi il dipendente barilla.

Lo ammetto, fino all’altroieri io la bimba dei piccolini l’avrei presa a legnate, la dipendente Barilla che scrutava i tetti di Parma l’avrei messa in mobilità e la nonnina col figliolo che stava a lavorare in Barilla l’avrei deportata.
 
Ma poi ho visto la pubblicità Barilla con Laura Pausini.
 
Quindi è cambiato tutto.
Una pubblicità che durerà diversi minuti ma ti fa scoprire solo all’ultimo secondo il marchietto Barilla. Ma molto in fondo. Prima ti senti per circa due minuti la cantante che assassina "She" di Elvis Costello. In quel momento ho rimpianto anche Notting Hill, non so perchè. Poi vedi donne dappertutto… La Pausini dappertutto… insomma..
 
Rivoglio la bambina, la dipendente e la anziana. Basta, toglietemi la Pausini, non ce la faccio a subire i prossimi mesi così… che testimonial è una che dopo aver girato per strade e per monti una che solo alla fine dice: "è la passione che ci unisce" o simili?
Vabbè che Barilla le ha sponsorizzato il tour… ma insomma… argh.

0 thoughts on “Aridatemi il dipendente barilla.”

  1. io non ho ancora visto la pubblicità nè credo la vedrò mai, ma la pausini mi sta in culo tantissimo. è un dato di fatto. lei deve prendere e andarsene a casa. punto.

  2. Piacere, fran

    quella dei due che chattavano e buttavano giù la pasta era da fucilata.

    Riguardo la Pausini può anche non piacere come repertorio ma come interprete non le puoi dire niente.

  3. E’ incredibile, le pubblicità più false e bigotte le sanno fare solo quelli della Barilla e del Mulino Bianco… forse la prossima volta vedremo la Pausini che insegue il mugnaio (ve lo ricordate lo spot a cartoni?)

    CyberUrania

  4. dubbing: piacere tutto mio. La Pausini la ascoltavo quando avevo 12 anni. Aveva ancora una voce decente e armoniosa, ora strilla come il tacchino che sto finendo a colpi di coltello sul tavolo di cucina. Ci sono molte interpreti migliori a mio giudizio, ma il punto non è questo. La questione è: perchè un pubblicitario ha fatto uno spottone di mezz’ora che fa vedere di ogni tranne il marchio barilla? Sarebbe come far vedere cessi e vespasiani e poi dire “acquistate la nuova figosa Punto”.

  5. La Pausini ha avuto una stratosferica botta di culo con quel San Remo. E’ stato l’ultimo con una pletora di giovani talmente mediocri da permettere anche ad un appena sufficiente di risaltare.

    Fosse capitata l’anno successivo sarebbe finita nel dimenticatoio, di certo un posto più consono rispetto a quello di artista italiana da esportazione.

    Per la cronaca She non è di Costello, ma una cover di Aznavour.

  6. Sostengo Fran e tutti quelli che pensano che la Pausini strilli come una gallina sgozzata.E ridatemi pure le deficienti dialettali della Lines,basta che mi togliete la Pausini davanti.Le mie orecchie hanno voglia di vivere…

    JunoLoire

Rispondi