Gestirsi e saper gestire.

Non so, ma quando si parla di gestione della casa e di derrate alimentari ci manca solo "eh, ai miei tempi, non come voi giovani che buttate ogniccosa e la date per scontato".

Si lamentano che ormai costa tutto caro, che siamo troppo grassi o troppo magri, che si mangia male, che la dieta mediterranea va a farsi fottere [per quanto costano gli ortaggi, io ho una dieta tedesca ormai. Se non caghi perché mancano le verdure vai a pane nero e birra e vai col lissio…] e dopo ci abbiamo noie sulla Sanità. Vero. Ma non perché noi abbiamo sposato il modello americano. Ma i generi alimentari si sono fatti un attimino tanto più costosi. Circa un 40% di incremento negli ultimi tre anni, consideravo sul mio bliancio casalingo. Mi costa meno un etto di mortadella in promozione che una rete di arance, per dire in modo spiccio.
Oggi guardavo, sempre casualmente, il tg4. Francesca Senette lanciava un servizio dove una signora diceva:

"Eh, ma mica si può più far spesa nei supermercati, al mercato viene meno…"

Eh???
Mercato?
Ma chi le fa le inchieste, Paris Hilton?
Io se vado al Lidl o al Penny la roba la pago un quarto del mercato. Per andare al mercato devo farmi un mutuo. E per di più avere un contatto diretto coi commercianti mi irrita.
Ma dopo intervistano il verduraio. Contrito, con un’espressione angustiata che neanche un consumato attore di Vivere riuscirebbe a rendere così tanto il tormento interiore di una persona.
Sorrideva e diceva pressappoco:

"Eh, ma se la gente campa con 400 euro, non è possibile poveracci… è normale che poi dopo non mi comprino le mie primizie e che io venga qui al mercato alzandomi alle sei e scarrettando casse rovinandomi la schiena e sudando sebbene sia autunno…."
"E quanto vengono le zucchine che oggi le son rimaste lì?"
"Dueeuroecinquanta"

Nello statodellachiesa noi diciamo mecojoni.
Per 2,50 euro, caro il mio fruttivendolo, le tue zucchine le puoi usare per autoerotismo. Tienitele. Io vado avanti a rondelle di zucchine surgelate della sottomarca "hotantofreddo(macostopoco)" prese al Penny e provenienti dall’Azerbajan.
Vuoi rendere un abile servizio a chi deve campare con 400 euro? Te le zucchine me le vendi, quando stanno per cantare Knights of cydonia falsetto incluso e/o camminare sui propri pseudopodi, a un prezzo minore. Dico, domani le butti e a me da noia rovistare di fuori nel cassonetto, che poi mi ri rompono le unghie. Stronzo, soffri allora, crepaci, riscaldatici con le zucchine che mi vuoi vendere a 2,50 al chilo. Fanculo, vah. 

0 thoughts on “Gestirsi e saper gestire.”

  1. io credo che al mercato, quando sono in chiusura e hanno scarti o roba che inizia ad essere vecchia, puoi tentare di contrattare una borsata di roba ad un prezzo forfettario e basso.

    … io sto seriamente pensado di coltivare qualcosa nei vasi che ho sul bacone… X-)

  2. Stark: mannò, pensa ai finocchi gratinati e le amerai :)

    Tungsteno: mmm, casomai ti suggerirei un’altra di coltivazione. Cmq non so, ma non mi è mai capitato, piuttosto ho visto buttare e la cosa mi ha perplesso..

  3. a me i finocchi gratinati piacciono.

    a meno che tu non ti riferisca ad altro, ecco.

    comunque si’: sono dei ladri.

    e con l’euro costa tutto il doppio. senza contare che non ci sono piu’ le mezze stagioni. rosso di sera bel tempo si spera.

  4. Le mezze stagioni ci sono sempre ma con l’euro costano doppio.

    Ma anche a Parma (come a Torino e Milano, per dire dove ho controllato) ci stanno le zucchine-dirigibile che in effetti possono essere interessanti dal punto di vista sessuale? Perché qua dalle mie parti invece ci sono quelle piccole ma “l’importante è come si us…”… ehm, ma che almeno sono buone.

  5. Aspetto l’approfondimento sulla questione da parte di Lucignolo :-P

    Comunque io il mercato non so neanche dove e quando ci sia, al supermercato spendo meno e negli orari giusti ci metto un attimo a fare la spesa.

  6. Sei troppo forte. Davvero. :)

    AD

    PS. Però porello il fruttaro. Lui che c’entra? La roba gli arriva che costa già un occhio. Gli aumenti sono stati fatti nella catena che c’è prima che le cose vengano vendute a lui. Se invece se le coltiva lui…beh, allora l’autoerotismo è la scelta migliore ;)

  7. Nipociccia….io con 2.50 euro di zucchine ne compro (o meglio ne comprerei) una cassetta da 3 chili dall’ambulante. Poi invece non spendo nulla e me le passa la vicina dal suo orto ;)

    Ma per la frutta, oramai è un pezzo che ho abbandonato negozi e supermercati. Capirai, in 4 in famiglia di cui 3 fruttivori accaniti, mi ci vuole un prestito dal cravattarlo per mantenerli a prezzi da “Boutique della Valvenostana”.

    Invece di strada mi ritrovo per tutta la settimana il mio carissimo ambulante napoletano con inserviente marocchino, che taglia notevolmente il problema “esborso” e qualitativamente fa le scarpe a chicchessia. 20 euro di investimento, 4/5 cassette di frutta, e ti levi il pensiero per un po’ ;)

    Son cose (cit.)

    Ciauz

  8. julith: i finocchi gratinati son pericolosissimi. Se non li sai fare bene sembrano scarti di produzione di vetroceramica.

    Stm: ne abbiamo di ogni forma e dimensione (…)

    Passeroad: concordo. Tipo, spesona in 40 minuti e spesetta in dieci/quindici minuti casse escluse. E per di più non ho l’ansia del contatto col venditore, ché rompe.

    Toni: troppo buono, davvero :)

    Anticodemone: è vero. Ma allora anche lui dovrebbe pensare che quindi l’ortaggio preso ai mercatigenerali avrebbe poco mercato e dovrebbe lasciarglielo lì.

    Zio: io sulla frutta non ho problemi, sono praticamente intollerante alla maggior parte di essa :D

    Cherry: ma infatti, davvero guadagnano un fracco, secondo me. [però se in Campania gli orefici dichiarano 12500 euro….]

  9. Vabbè, per dei dildos 2,50 al kg mi sembra un buon prezzo…oltretutto con l’optional che dopo si possono anche mangiare :)

    Scherzi a parte: però dipende, a volte certi banchini piccoli e indie vendono la roba a meno dei supermercati, ed è pure più buona (stesso discorso per alcuni coltivatori che vendono la loro stessa roba).

    Va da sè che specie in città è difficile trovare queste occasioni, e per i mercati più importanti e i negozi vale senz’altro il tuo discorso: non c’è paragone coi supermercati e i discount.

  10. Sarà che le verdure non mi piacciono e che comunque a casa mia facciamo come il Candido e ci coltiviamo il nostro orto, ma in ogni caso non andrei mai a comprare roba deperibile al discount. Primo chissà da dove arriva, secondo chissà che roba è. Ma ripeto, non amando i vegetali il mio commento non ha molto senso. E poi sono anche di parte perchè i discount mi sanno da mondo malato. Insomma, dovrebbe esserci una via di mezzo no, tipo un supermercato normale, senza inquietanti zucchine azere. Buon we fran! ;-)

  11. Disorder: infatti credo il problema sia da incentrarsi sui grandi mercati fissi/settimanali. Magari il mercatino rionale col contadino che vende il suo è ancora competitivo.

    Stm: LOL

    Luci: infatti son mondo malato ché non ci abbiamoglieurI :P ciao ;)

  12. Tesora…

    le famoso zucchine triffolate… costano molto meno di 2.50 al kg. solo che si sono anch’esse surgelate…

    Non si può avere tutto…

    Ah in mancaza di rigagnolo lo dico io: ehhh freud…

  13. A proposito di Paris Hilton, hai visto la nuova pubblicità della 3? Una cosa non capisco: perché nella prima versione usavano la sua voce e nella successiva l’hanno doppiata. Voleva più soldi per l’uso della voce?

    2,50 euro? Ma le zucchine fanno anche schifo!

Rispondi