Questo una volta era conosciuto come blog umoristico, pensate.

No, è che son quattro giorni che sono nel dorato mondo della disoccupazione e mi girano un po’ le palle per poter scrivere.
Vado a farmi una overdose di caffè e redbull*

*era per indicare il grado di ammosciamento interno. Cioè, quando sto bene bevo, quando son moscia bevo cazzate.

0 thoughts on “Questo una volta era conosciuto come blog umoristico, pensate.”

  1. Vai a dire in giro che vuoi fare il medico per distruggere il sistema dall’interno. C’è gente che ci casca, vedi cosa vota certa sinistra radical… ops.

    Al limite facciamo la Fran Survival Foundation, in cui noi ti paghiamo ma poi tu fai ALMENO un post al giorno, festivi compresi (amichevolmente la chiameremo Fran Slavery Foundation).

  2. Simbax: beh, certo. Chi deve mantenere una famiglia eh. Però tenere un mutuo, mandarsi avanti negli studi etc etc… insomma.

    (era un messaggio lasciato ad hoc per farsi insultare?)

  3. Forse voleva dire che c’è chi, oltre ad essere disoccupato, non sa nemmeno fare una fava…

    …anche se mi pare più spiacevole il caso di chi la fava la sa fare (così magari lo arruolano nel balletto del Parmigiano Reggiano o in una pubblicità a caso tra quella della Jocca o del riso Flora, spiacevole al cubo).

    Essere disoccupato non è (quasi) mai bello, ecco :(

  4. Spettacolo: Fran, dacci oggi il nostro post quotidiano :-P

    Aggiungerei una clausola (scritta piccolissima in fondo allo statuto): con i soldi della fondazione è severamente proibito acquistare redbull. E, soprattutto, è proibito mischiarlo al caffè.

    :-P

    (Fran, non essere, triste. Vedrai che il lavoro arriva!)

  5. Uffaaaa: non mi ricordo mai di firmare!!!

    Per favore, possiamo scrivere nello statuto che tutti i commenti non firmati, purché intelligenti :-P o almeno simpatici :-PPP, mi vengono attribuiti d’ufficio? Così almeno eviterei il duplice commento a ogni giro!

    (scusami)

    AnniKa

  6. ok, rispetto le gerarchie e le proprietà, e vado a sottovalutarmi in silenzio un poco più in là!

    (pensa te, anche la rima…)

    (un “cicinino” angosciante, sì)

    AnniKa

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.