Poi magari uno ci rimane male, ma ridatemi Take me out, per dire.

Non lo so. Io inizio a invecchiare, ci ho una certa età, mi fanno male certe emozioni. Mi ricordo ancora l’anno scorso, quando sentii Supermassive Black Hole e non me l’aspettavo, cioè non è che non me l’aspettavo: come prima reazione fissai il monitor di fronte a me e la presi inizialmente malissimo. Poi dopo l’accettai, ora le voglio quasi bene come a una figlia degenere.

Ora però, insomma, ecco, capitemi. Già l’avevo sentita sul loro myspace e insomma, ecco. Il nuovo dei Franz Ferdinand, tale Hallam Foe Dandelion Blow non ce la faccio ad ascoltarlo. Ovvero, non è male, ma purtroppo ha come effetto collaterale che m’ammoscia le balle. Ora, Gigioli, capisco le menate sul cambio di sound e stronzate varie ma per me sono colpi (di sonno, in questo caso). Disorder, dimmi qualcosa ti prego, qualsiasi cosa.


0 thoughts on “Poi magari uno ci rimane male, ma ridatemi Take me out, per dire.”

  1. io ste band che c’hanno da cambiare il proprio sound proprio non li capisco. Non per essere blasfemo, ma se i Queen si fossero buttati sul metal giusto per cambiare il loro sound, non sarebbero stati i Queen.

  2. Una svolta folk più che mai opportuna, all’interno di un percorso artistico come quello dei Franz Ferdinand, più che mai ansiosi di affrancarsi da certi stereotip…. no scherzo, CHEPPALLE sta canzone :D

    …e che vuoi che ti dicessi? :) da carampano dai FF, non posso che archiviarla tra le b-sides (ma senza riascoltarla più). Però è diverso che per SBH: questo se non altro non è il primo singolo di un album, ma solo la canzone dalla colonna sonora di un film minore, che probabilmente non sentiremo più…

  3. greenwich: eh, lo so, infatti.

    Velenero: mmm, quasi. Il problema è che a me i blur non son mai piaciuti, quindi non so dirtelo.

    Ciccio: quelle di sopra vah.

    Disorder: io lo spero. Perché ‘sta storia: “ehi, proviamo a cambiare sound” a me preoccupa coi FF. Non so. Ora vabbè, SMBH è stata una cosa che fatico a perdonare ai Muse, ma quelli son problemi miei ecco :)

  4. a voler essere gentili, sta canzone non ha senso ed è inascoltabile.

    a voler essere obiettivi i franz dal vivo sono bravi e coinvolgenti ma solo con i singolazzi stile take me out che è un piccolo capolavoro e naturalmente this fire.

    già il brutale edit su eleanor put your boots on lo avevo maltollerato ma ora.. eccheccazz, basta!

    tristessa!

  5. La puntualizzazione fuori tempo massimo: anche a me il single edit di Eleanor ha fatto pena.

    Però, io i Rakes prima dei FF li ho visti….e gruppo più INUTILE tra tutti quelli dell’ultima onda lo devo risentire.

  6. The Rakes: Gruppetto fotocopia di FF/Maximo Park/altri gruppi Nme degli ultimi 2 anni..li vidi dal vivo di supporto ai FF. Cantato/urlato e canzoni su 2 accordi strimpellate che non sapevano di nulla, per quel che ho sentito.

    (la cosa divertente è che credo esistino anche i quasi omonimi The Brakes…non se ne esce più con tutti questi nomi)

  7. A tutti voi “puristi” vorrei ricordare che è sempre meglio cambiare, magari anche sfornando qualche cagata, piuttosto che fare sempre le stesse cose a rischio di stufare…

    A greenwich:voglio ricordare che pure i queen, negli anni ’80, hanno in parte abbandonato il rocckettone

    sinfonico dei primi tempi per pezzi un pò più pop…o vuoi dirmi che “Radio Ga Ga” è rock?

    P.S.: anch’io, come voi, sulle prime sono rimasta esterrefatta guardando su MTV “SMBH”…non tanto per la canzone non da loro(oltre a Prince, rivedo una certa rassomiglianza, dal punto di vista sonoro, con”The fly” degli u2….andatela a pescare, se non la conoscete, da “Achtung baby”, del lontano 1991), o per il fatto che Bellamy sembrava si stesse strizzando le palle mentre la cantava,quanto per il fatto che il medesimo, nel video, si sforzasse di difare l’ammiccone (proprio lui che, c’ha una sensualità pari a quella di un’ameba depressa ed una mobilità sul palco degna di un ciocco di legno), conciato come un generale delle giubbe rosse….e chissà se la camicia multicolore che indossava non l’aveva fregata a Bono!!!

  8. P.P.S. : Non me ne voglia la titolare del blog, ma su Bellamy ho solamente espresso un mio parere personale, che si sa, certe cose, come il sex -appeal, sono puramente soggetive.

    Ma ciò non pregiudica il mio positivisssimo parere sul frontman dei Muse dal punto di vista artistico e, perchè no , pure umano, perchè nonostante il successone raggiunto ultimamente sembra ancora non contagiato da manie da superstar….come dire…”profuma di pulito”

  9. lol, non avevo notato l’evolversi.

    Per me Bellamy è idolo, non è uomo per cui sbavare. Un cantante per cui sbavare è -ad esempio- Nutini. Ma di Matt vorrei tanto l’ologrammino tipo nel video di Knights of cydonia. Gli voglio bene, ma non je se po’ dì che sia bello. Diciamo un tipo, vah. Però è idolo supremo.

    (ocio, a volte non tengo conta dei commenti vecchi eh)

Rispondi