Andiamo Avanti (cit.)

Io ho paura a dirlo, ma ci sono le testimonianze. Vidi la partenza del giro e dissi: "Mah, mi sa che quest’anno tengo a Di Luca, ché mi è simpatico".
Di Luca è in maglia Rosa.
Ho paura, dopo questo come minimo domani Di Luca si spatagnerà sulla prima transenna (già che mi è simpatico pure Bettini e quest’anno anche il gatto nero si gratta vedendolo. E visto che mi era simpatico pure Petacchi e ha passato un annodimmerda anche lui. E visto che Bas… ehm, capito no?) e mi sentirò in colpa e andrò fino in abruzzo cospargendomi il capo di cenere e fustigandomi.

Ma in corollario segnalo questa bellissima iniziativa editoriale, che così belle non se ne vedevano dagli allegati di Controcampo: pedala anche te le grandi cime con Davide Cassani!
Voi non conoscerete le ricognizioni di tappa di Cassani, magari non sapete neppure come parla Cassani. Avete presente come parlo io? Come no…? Uff, vabbé, avete presente Gene Gnocchi? Gene Gnocchi più baritonale e col fiatone da salita con lui che rantola e scuote la testa in bici. Imperdibile.

Appropo di Gene Gnocchi. Immaginatevi: il bus scoperto del Parma calcio in piazza, come se si fosse vinto lo scudetto con sindaco uscente, dirigenza e giocatori festanti. Sotto, con abili inquadrature di Tv Parma sembrava ci fossero centomila persone, ma dalle telecamere di Teleducato si poteva vedere che secondo la questura erano molto di meno. Però era bello vedere il madido (brr) abbraccio della città ai suoi campioni.
Sì, anche sticazzi, ma oggi dovevo fare un post sornione e soprattutto non voglio parlare di Didietro Deicampi.

Tipo, poco fa sono uscita perché se mi muovo poco la mia tachicardia va verso l’alto e no, non posso prendere le gocce.
Poco fa ero in via della Repubblica. Passava uno con la sua famiglia attorno. Io questo lo conosco, ho pensato. E sì, vabbè, l’ho pensato anche guardando Gnappo. Mamma, mi sa che questo essendo vestito con la divisa bianca del Parma è un giocatore del Parma, però non ricordo il nome, gioca anche in attacco, è giovane ha fatto anche dei gol importanti, ha la maglia numero 8, gioca anche nell’under 21, ha giocato in Uk, toh, ma guarda come è bassino però… ma io con la storia della serie B quest’anno già non ricordo i nomi normalmente vuoi che me lo ricordi ora?
E in tutto questo continuavo a guardarlo col mio solito sguardo perso nel vuoto da astigmatica.
E da dietro fanno: "GRANDE BEPPEEEEE"
Uhm, ecco, sì, si chiama Giuseppe.

0 thoughts on “Andiamo Avanti (cit.)”

  1. Ok l’ iniziativa editoriale è na mmerda ma Cassani è una delle cose migliori di tutta la televisione rai.

    I dvd , risulteranno di una noia estrema. I sopralluoghi di Cassani sono validissimi , ma nel contesto di appetizer per quel che potrebbe accadere all’ indomani.

    A me in assoluto di sapere che a salire lo Zoncolan vengono 3 infarti , importa poco.

    Così come è stata congeniata l’ iniziativa penso posso pretendere di rivolgersi al max. al pubblico di ciclo amatori fogati , che quelle salite vogliono affrontarle.

    Quindi dubito che abbia un riscontro dignitoso.

    Conta però che il materiale l’ avevano di già ( il buon Davide son anni che fa la ricognizione della tappa), avranno speso 2 lire…

    Ad ogni modo ,non mi toccare Cassani.

    K.

  2. i dvd delle grandi salite di Cassani devono andare al rogo che ogni volta che controllavo la classifica della serie A sul televideo ogni due secondi mi spariva sostituita da quella cazzo di popup che va di moda ora mettere sui televidei con la pubblicità appunto di stacazzata e io che non potevo controllare agevolmente la classifica reale e quella virtuale senza penalizzazioni e le statistiche della fiorentina anche se ora in culo a tutti coppa uefa terzo posto virtuale anzi quasi secondo e pure migliore difesa del campionato in assoluto toh.

    Tutto di fila senza virgole, per meglio rappresentare il fastidio per quelle maledette pubblicità. Pure il televideo ci hanno ammorbato :)

  3. Ma poi, guardando la tappa in tv, mi sono chiesta come cacchio mai facevano sti ciclisti a percorrere la famigerata salita dello Zoncolan che sembrava quasi andasse perpendicolare sul livello del mare….e poi ci si lamenta che in uno sport così si ricorra spesso a degli “aiutini”….mah.

Rispondi