Telomerasi.

Secondo me la vecchiaia è la più grande delle malattie che non riusciremo mai a sconfiggere. Sì, magari il limes sarà spostato dai sessanta/settantanni ai novanta, ma si diventa vecchi uguale a meno che non ci si prenda un tumore prima (coff) che ci porti sottoterra a far da concime o non si muoia da belli, (ricchi) e dannati scatafasciando la propria punto su un platano ai bordi della viaemilia.

Non sto scherzando, è una tragedia. Invecchiando, quando si sputtana la telomerasi e il tuo dna cambia lunghezza riprendi le caratteristiche peggiori di quando eri bimbo (ti sdenti, te la fai sotto, non capisci una sega, ti impunti sulle minchiate e non dai mai ragione agli altri) sommate al tuo carattere di merda che ti sei formato e hai perpetrato per anni.

Dai, tra fare Geriatria, Pediatria e Veterinaria cambia solo l’elenco delle malattie più frequenti, sennò siamo lì. Hai a che fare con esseri che si lamentano ma non si capisce perché.

Io non ce l’ho con gli anziani (m’han dato il pane fino l’altroieri), ma ce l’ho con quella sottocategoria di anziani tutto m’è dovuto, tutto m’è consentito.
Quelli che escono alle sette di mattina di casa, magari con la pioggia e la nebbia e ti attraversano fuori dalle strisce pedonali guardandoti mentre camminano appoggiandosi al bastone con quello sguardo lì che intende "cazzo vuoi? c’ero prima io, e alla mia epoca…".
Quelli che bypassano le file facendo slalom che sembrano i nonni di Rocca, e tu non gli puoi neppure dir nulla sennò te la menano che non c’è il rispetto per gli anziani.
Quelli che stanno in auto, che son dietro di te col cappello tutti piegati sul volante, che ti suonano il clacson e te per non smadonnare li lasci passare (dicendo "vah, vah, che c’hai fretta di crepare eh") poi appena ti sono davanti mettono la freccia a destra per svoltare o parcheggiare e se non inchiodi ti ritrovi col tergicristallo sul suo poggiatesta. Loro, che fan fatica a guardare a destra e a sinistra causa artrosi e quindi guidano con la stessa scioltezza dell’omino del crashtest e la vista frontale come un mulo col paraocchi.
Quelli che si abbonano al giornale locale e poi aspettano che il postino glielo consegni vicino all’edicola di quartiere la mattina entro le nove, sennò scade.
Quelli che stanno sempre nell’androne condominiale a spazzare, a origliare, a controllare che posta ricevi, quando butti la spazzatura, quante bottiglie di birra consumi, se scendi il cane a pisciarlo, se vai a trovare la mamma tutte le settimane e se il basilico ti si è ingiallito o no. L’anziano medio ha un po’ di sindrome da tomponzi dentro sè. Quelli che ti fan la posta davanti alla porta quando hanno fortemente bisogno di ottenere qualcosa (che di solito ha a che fare con la tua professione o con la tua prestanza fisica).
Quelli che pur essendo in pensione si alzano alle sei e ti fan sentire la sigla di unomattina a volume da heavymetal.

Ecco, quelli mi scassano un po’ le palle eh. Ma non si potrebbe dirottarli in un mondo parallelo?
[qualora io diventassi così mi ritirerei tra i monti, con solo le caprette che mi fan ciao. Ma tanto io devo obbligatoriamente lavorare fino agli ottanta, con la legge di adesso. Quindi…]

20 thoughts on “Telomerasi.”

  1. Tu ti riferisci a quegli anziani che si lanciano in mezzo alla strada da dietro un bidone della spazzatura e tentano di farsi uccidere dalla tua auto rovinandoti la vita, e se per errore li eviti, scassano i maroni per giorni e giorni su come siamo delinquenti noi giovani etc etc..

  2. quelli che “a nonno ammazzate” invece ti fanno ridere?

    quelli che :”io non fumo ma pippo la polverina” ti stanno simpatici?

    quelli che ti sorpassano con la moto a destra e ti si piantano davanti al semaforo in prima fila e si mettono a parlare al telefonino facendoti perdere il verde, non li manderesti in collegio dai gesuiti almeno una settimana ad imparare l’educazione?

    Ogni età ha i suoi pregi ed i suoi difetti, l’educazione ed il rispetto non hanno età

  3. Io continuo a sostenere la mia teoria: per strada se becchi un rincoglionito che non sa guidare, o è vecchio o è donna. :D

    (che bello buttare benzina sul fuoco..haha)

  4. ziotony: probabilmente non è l’età, ma il tipo di persona. Se infatti leggevi attentamente dicevo che la vecchiaia aumenta i difetti. Il coglione col motorino ergo diventerà l’anziano kamikaze.

    Ad esempio, io sarò un’anziana intollerante ai testimoni di geova, te un anziano che risponderà scazzato e piccato leggendo metà resoconto del condominio leggendo solo la prima pagina e non le quote parte.

    Steve: la donna al volante merita discorso a parte. Ma tranquillo, distinguiamo e smontiamo uno ad uno (tanto ci s’ha tempo)

  5. con ‘sto discorso con me vai a nozze.

    e parliamone anche dei vecchiotti che se sono in giro con un amico coi capelli lunghi ci guardan male nemmeno l’avessimo scippato…BOF!

    ma una lancia la devo spezzare a favore delle vecchiette per la correttezza e la precisione delle indicazioni stradali e delle fermate degli autobus. con me nn ne hanno mai sbagliata una!

  6. vorrei una spiegazione scientifica x quelle anziane signore che ai primi caldi di luglio appaiono in autobus all’ora di punta, tipo 7.45 del mattino, con dei surgelati in borse altezza polpacci…dove li trovano i surgelati a quell’ora? se li portano da casa? x andare dove? li usano come refigeratori portatili x non deperire?

    mah…

    lilith

  7. … hehehe…

    non mi dire…

    hai dimenticato di citare la categoria: “Bicicletta su provinciale” ore 7:45 del mattino per quotidiana visita cimiteriale al caro estinto…

    Io ho la mia “vecchietta” personale da seguire in auto circa 500mt ogni mattina… se tento il sorpasso sicuro che la mando in compagnia del suo caro, pertanto seguo la media del 5km/h dietro la bici, smadonnando quotidianamente tutti i santi che conosco…

    ma cazzarola… andare al cimitero alle 10:00 quando chi produce è già sul posto no eh?!?

  8. Tenersi sempre a distanza di sicurezza dall’anziano (eufemismo per vecchio) con cappello al volante. Sempre.

    L’idea del mondo parallelo mi piace. Un Villa Arzilla World, perché no?

  9. .. ti sei dimenticata gli anziani con la sindrome del “capocantiere”.. ce n’è almeno uno ogni fabbricato in costruzione.

    :-)

  10. Peggio degli anziani a cui cedi il posto e non lo accettano, sono quelli che lo pretendono torvi e poi. la dove magari tu stavi seduto causa sciatica, loro ci mettono la borsa della spesa.

    XD

Rispondi