L'essere 2.0. per le persone informaticamente diversamente abili.

agineSalve.
Mentre voi state leggendo la richiesta di amicizia a lato, potere dell’ignore, non esiste più.

Un passo indietro.
C’è questa cosa chiamata Feisbuc. Ora tutti si iscrivono lì. E’ una moda. Noi tutti ci abbiamo la sindrome della lavandaia. No, non ditemi che siete superiori, ché siamo tutti lì sulla spiaggia a schiacciarci punti neri e a leggere Dippiù con la scusa che tanto costa poco, ma in realtà non vediamo l’ora di cercare la cellulite sulle cosce della Santarelli.
Ecco, se estendiamo ‘sta cosa nell’ambito famiglia-amici-lavoro ‘ste fantasie da portinaia si impennano: te credo che facebook sta soppiantando i siti porno. Quanto si gode come mandrilli a sapere che il compagnuccio fighetto delle superiori invero ora è finito a fare i lavori socialmente utili perché è stato beccato con due chili di hashish? Dai, non dite di no, è l’istinto di sopravvivenza. L’homo-homini-lupus. Il fatto perché tutti noi che si ha un blog si legge Rectoverso facendo f5 compulsivamente o sperando che qualcuno lo shari in fretta. Dai. Su, un po’ di schadenfreude non si nega a nessuno.

Per esempio c’è sta mia ex compagna delle superiori. Burina all’inverosimile. Una che il primo anno di liceo diceva che mi avrebbe aiutato lei a vestirmi con stile (e due: la seconda che me lo disse infatti ha fatto la stessa fine. Lo devo usare come criterio scremante per le amicizie) quando lei si vestiva che ossignur. Una che ha fatto la triennale (scoperto con facebook eh) in biotecnologie finendola quest’anno (cazzo, ero davvero il genio della classe). Una che faceva due cose. Anzi, tre: o menava, o criticava, o si confondeva con l’arredamento scolastico. Una che copiava sempre le mie versioni di latino (non che mi desse noia, anzi, i quaderni io li facevo girare: mi dava solo noia improntare le traduzioni quando la prof credeva che io le rendessi meglio di quanto avessero fatto i miei compagni) e che d’un tratto, quando ebbi bisogno io diventò tra il passivo e l’aggressivo.
Odio i passivoaggressivi. Sono il male della società. Ma pare che ci abbia una calamita, pare. Checcazzo.

Ecco, dopo aver tenuto a decantare quella richiesta lì ci ho fatto l’ignore sopra con molto gusto.
Stronza, non ci si cagava da tempo, il mio numero è sempre lo stesso, e mi aggiungi lì per cosa? Mavaffanculo, va. Che ipocrisie.


0 thoughts on “L'essere 2.0. per le persone informaticamente diversamente abili.”

  1. Ora.

    A parte che non so chi sia la Santarelli (non e` snobismo, e` che proprio non lo so).

    A parte che e` la terza volta che leggo “schadenfreude” in 24 ore.

    Ma in che senso “you have a deliziosi anni ’80 request”?

    Deliziosi ‘sto cazzo.

    Cioe`, magari fino al 1984 si`.

    Poi no.

  2. Io l’ho fatto con gusto alla richiesta di una mia ex coinquilina rompicoglioni, che mi ha fatto perdere tempo, anima e denaro, che ha esordito su FB con un: “Ciaoooo come stai? Baciiiii!”

    Baci un caXXo!

  3. Ma quindi il fatto che io non ci abbia mai capito niente, in Feisbuc, e che tutte le volte che mi arrivano richieste di contatti io faccia finta che la mail non mi sia mai arrivata… tutto questo: mi rende una snob, una sociopatica o l’ultima fra i sani di mente?

    Sara

  4. Mi chiedo anche io a volte perchè mi contatti gente che ho visto al più una volta ai tempi del Liceo. Credo che, lungi da loro alcun interesse nei miei confronti si tratti solo di fare a gara a chi ha più amici con qualcun’altro, anche se la logica del tutto continua a sfuggirmi.

    Comunque eliminare istantaneamente da facebook quel tuo lontano conoscente che, ti sei appena accorto, è entrato in quel tale gruppo pro-papa o ha aggiunto la SANTARELLI ai suoi amici (!), non ha prezzo.

    Gianluca

  5. Completo il tutto con un viterbesissimo: “checcuja, m’ha richiesto l’amicizia e io l’ho rimbarzata ‘narta volta. Eccheccazzi, ‘sta fregna”.

    (so’ contessa inside)

  6. la tua ultima frase è perfetta…

    anch’io ci faccio l’ignore sopra con molto gusto.. “che strano ritrovarsi su feisbuc”: ecco, non ritroviamoci…

  7. mi ha richiesto l’amicizia di nuovo… -.-

    il motivo rimane oscuro (a parte aumentare il numerino degli amici, che evidentemente fa tanto figo, e farsi gli affaracci miei..)

    uff… qui non ce se ne libera

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.