All'ikea vacci col teletrasporto.

Ora, c’è tutta sta gente che credo per questo post (o forse anche altri? boh, chi si ricorda le cose che scrivo) indicizzato dal sig.Google accede da me con la seguente chiave di ricerca:

"autobus ikea parma"

Ebbene, gentili amici, siccome l’azienda ikea pensa tantissimo alla famiglia (avete visto che ci sono anche i parcheggi-famigliola quelli che ti trattano un po’ come un diversamente abile perché hai un passeggino? Eppoi, diciamocelo, andare a fare la spesa col passeggino non è una mossa furbissima, io ve lo dico) tutti noi dovremmo avere una station wagon e quindi chissenefrega se il compratore medio di ikea è il giovane e/o la giovane coppia (non sempre etero, esistono giovani coppie anche omo, ricordatelo o svedesi: eppure voi dovreste essere più aperti di mentalità, no?) che ha appena preso casa dissanguandosi e non ha voglia di vendere due reni per arredarla. E magari siccome per la stessa cosa non va di tirar fuori la scassata uno color petrolio del 1988 sarebbe anche bello averci un servizio pubblico che ti porta lì comodamente, pacatamente, serenamente mentre tu fai i primi raid all’interno del maxistore cercando di prendere idee e misure per arredare i tuoi 42 mq.

Quindi se volete andare all’Ikea in bus è possibile. Facendo poi un paio di km a piedi: quindi portatevi i giubottini catarifrangenti. Infatti non hanno messo ancora (dopo 3 mesi dall’inaugurazione) una navetta che collega il magazzino alla fermata più vicina del bus (perlomeno fatelo il fine settimana, dico). Ma dovrete farvela a piedi.

Scartata l’ipotesi di prendere il 2 fino al quartiere SPIP e poi di farvi un cavalcavia di 2 km di strada provinciale vi consiglio di prendere il 7 nella corsa che porta al Carcere di via Burla. Da lì avete un km e mezzo o anche due circa di strada con poco spazio fuori carreggiata con un cavalcavia abbastanza lungo, poi giunti all’ingresso della Barilla in via Burla deviate a sinistra e dopo due rotatorie siete arrivati, spero interi, al magazzino. Abbastanza inconcepibile, credo che l’azienda Ikea dopo aver insistito per quella collocazione anziché la zona Fiera, bene o male collegata meno peggio, doveva pensare anche ai collegamenti per coloro i quali non hanno una macchina.

Tsk.

(continua, sempre)


0 thoughts on “All'ikea vacci col teletrasporto.”

  1. nemmeno all’ikea di pd c’è il bus che arriva direttamente là (almeno quando ci sono andata io non c’era e ci siamo stipati in 6 su una polo… vabbé…). forse adesso si sono rinnovati. per andare a quella di bs c’è ma prendendolo in stazione a bs devi presentarti in armatura medioevale considerando che è ben peggio della stazione di pd come frequentazioni abituali… bbrr!!!

  2. Il nome del quartiere S.P.I.P. di Parma vuol dire : Società Parmense per gli Insediamenti Produttivi.

    Certo è una sigla che suscita ilarità.

    Graziella 2204.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.