Bring my happy back again.

A me in questi giorni han detto "eh, mi garbano i tuoi post, non perdere questa vena che ci hai mi raccomando".
Io annuisco, al solito sminuisco ma mica lo so a cosa si riferiscano, i gentili amici.
Il problema è che mica mi accorgo di quel che scrivo, io. Refusi inclusi. Scrivo di getto e scrivo quello che mi viene in mente.
Il fatto è che io, da circa un tempo indefinito, ho come la coibentazione nel cervello. Come se la capoccia faticasse a rielaborare il vissuto ma lo mette là, da una parte, e poi ogni tanto pensa "eccheccazzocifaccioconquesto". Poi fa spallucce. Poi se ne fotte.

Un po’ tutto il mio corpo è in queste condizioni: l’intestino fa i cazzi suoi, il fegato ormai torna tardi all’alba e mi suona al citofono ché non ha le chiavi, il muscolo scheletrico dice robe come prontoooo e l’urinario canta ormai la marsigliese.

C’è da dire che non ci si sente soli.

E per di più se mi stresso un pochino in pratica svengo. Come nell’Ottocento. Cielo, non ho il coraggio delle mie emozioni.

A volte io invidio l’Artista (in quanto creatore di qualcosa). Cioè, c’è il video di Lotus dei Rem (o gli R.E.M., fate voi). Ché già la canzone è una serie di immagini così, poi il video ha quell’immagine lì sopra meravigliosa: Stipe che trettica su uno sgabello, muovendosi di ritmo.
Io sto cercando di capire se sono Michael o lo sgabello, ma è una immagine che sento tanto mia.

[Smetto di scrivere ché il polso sinistro fa uno strano rumore… chi mi passa dell’olio?]


0 thoughts on “Bring my happy back again.”

  1. Non starò a dire che:

    1) che bello il tuo blog

    2) ma come scrivi bene

    3) mi piace come scrivi

    4) che post interessanti e originali

    perchè,se sono qui, vuol dire che sono scesa dall’astronavina, ho preso visione del blog e ci sono rimasta e se ci sono rimasta è perchè non mi fa schifo, sennò me ne andavo scoreggiando a tutto buco (del tubo di scappamento ovviamente, non mi permetterei mai in altro modo, sono pur sempre una signora, cazzo!)). Detto questo nel caso avessi voglia di visitare il mio blogghino da crisi economica internazionale (bisogna adeguarsi, è trendy) dove scrivo cazzate quando ne ho voglia e se ne ho voglia e se no chi se ne frega, dicevo se vuoi punta diritto verso la seconda stella a sinistra, dopodichè trovi un cartello con scritto “pianeta Paturnia”……sei arrivata, io abito lì, http://suzieq11.splinder.com

    Con ossequi SuzieQ

Rispondi