Yawny.

Ho uno stato di noia così conclamato che mi metterei a riscrivere tutti i riassunti delle puntate del commissario rex su carta igienica o che ne so, potrei anche cotonare pelo per pelo di Rodesindro, facendolo così tornare a somigliare a Tamarindo.

Sto guardando delle robe alle tv che ecco, mi chiedo anche io come possa essere possibile che esistano queste cose (no, non Brothers and Sisters che almeno è caruccio)

Oggi Mistero: siam passati dalle mummie della Cripta dei cappuccini di Palemmo, ai cerchi nel grano a Brugherio (cioè, almeno Giacobbo arrivava a Rennes les chateau), e alieni dappertutto, anche negli uteri altrui. Ah, sì, e i fantasmi che in realtà sono lucette caldoumide. In pratica mortaletti… ops.

L’altro giorno però la cosa figa è che c’è stato quello che han fatto la cosa lì con la Nielsen che si rifà tutta la carrozzeria, ma siccome non ci aveva mezzo euro ci ha messo di mezzo le telecamere e recita in un modo che ecco, stavamo aspettando prove di qualità recitativa simile dall’inizio di Centovetrine. Ma la cosa più scioccante non sono le asportazioni di grasso in anestesia locale (con il chirurgo strambo lì che la spurga tutta sottocute facendo la liposuzione), e non è neppure il di lei marito che sembra ecco, un tenero pupazzetto al di lei confronto (lei che è giunonica, ingombrante, esuberante; lui che è bassino, pupazzino, con le sopracciglia da tronista) e sta lì senza arte né parte. Neppure la clinica che ecco, se quella è una camera sterile io sono amandalear (e le camere sono uguali a una pensione austriaca gestita da suore). Ecco, la cosa che sciocca sono i cani della Brigitte. Come ella li tratta. Ok mostrarti ché sei come dire, peggiorata e ti devi rifare, ma il tuo cane: pora bestia, ci ha fatto vedere mettendo il didietro che ha un cagnolino monopalla. Monopalla, capisci. E voleva chiedere al chirurgo se può far qualcosa. Al monopalla. Povera bestiola.


0 thoughts on “Yawny.”

  1. a volte è bello fare “aperitivo lungo” e perdersi quel che ci propone il tubo catodico…

    Lilith

    Ps. anche il mio botolo, pace all’animuccia sua, era monopalla, ma ne andava fiero e mai pensò di ricorrere alla chirurgia…

Rispondi