Muse live in San Siro, Stadium, 08-06-2010

Muse, live in San SiroQuesto sarà il mio unico post, con il redirect da Radionation. Ho deciso di metterci tutto tutto.

Premessa: ero al concerto numero 14 e amo i Muse da diverso tempo, tipo 11 anni. Sono il gruppo della mia vita con il quale ho intenzione di invecchiare insieme. Appena avevo sentito che a Berna se ne erano fottuti del sondaggio stadium setlist ci son rimasta male. La dicotomia quindi vige: citando il primo successo della Aguilera (chemmetoccafà) "my body says let’s go, but my heart says no" la testa dice 8,5 come livello di spettacolo raggiunto -ma già erano una macchina da guerra prima- ma 6+ come cuore e coinvolgimento.
Matt si è emozionato su un paio di canzoni (ricordavano i tempi con Gaia?), han suonato bene ma in modo accademico, sentire però i cori da stadio, Back in black che non mi aspettavo (la mia compagna di concerto può testimoniare la mia bocca aperta) (e ho dovuto spiegare chi fosse nic chester, cazzo ci facesse lì. Dom: ti mangi le parole anche te ormai?) e l’apertura americanata alla ballerina modalità Cirque du Soleil.

Kasabian, live in San SiroAndiamo con ordine.
Set iniziale dei Calibro 35 molto tirato (suonare mezz’ora per loro pensavo che non è stato facile) ma efficacissimo. Mai visto un parterre così entusiastico per degli Italiani: ciò vuol dire che se azzecchi gli opening act non ti trovi il pubblico a fischiare o fare cosa. Io ve l’avevo detto.
Come del resto che anche i Friendly Fires del cantante dalle pelvi snodate erano facili e divertenti. Peccato lì che il fonico non abbia ben curato i microfoni del collettivo. Cosa che poi infatti i Kasabian debbono aver fatto notare e chiesto di aggiustare visti i numerosi check al microfono.
Stranamente il pubblico, visto da sopra, non si infiamma a dovere: Meighan però è una testa di cazzo meravigliosa e riesce a coinvolgere (parola che poi per il set dei Muse non riesco ad usare: scusate, troppi ricordi del passato) il pubblico in cori e saltelli. Bravi veramente. Il loro set è il classico di 45 minuti per i festival e spazia da Empire, Fire, Underdog, Club foot tralasciando solo la più famosa LSF.

Muse, live in San SiroI Muse arrivano alle 21:15 circa e suonano tantissimo. Fino alle 23:20. Alla faccia che il giovane Bellamy ci diceva che dopo un’ora e mezzo si rompeva il cazzo a suonare. In questo l’evoluzione dei Muse mi garba assaje.
Come mi piace l’evoluzione più tenerona di Matt sul palco (ve lo ricordate all’epoca di Origin of Symmetry come era piccolo operaio della musica e non sorrideva e non guardava da nessuna parte? Ecco)
La cosa lì dello spettacolo ve lo dissi andando a vedere Alicia Keys: un po’ mi spiace che vengano aggiunti orpelli da chi sa veramente cantare. Ma c’è anche da dire che fare un tour nello stadio prevede una certa spettacolarizzazione, quindi siccome il palco non era ‘sto granché (meglio quello del tour invernale, dai) han fatto bene per la navicella roteante e l’alieno che scende in Exogenesis come il cirquedesoleildenoantri. E anche la protesta iniziale (prodroma di un album meno pucci? magara)
Bello. Non eccezionale ma bello (tipo, secondo me il palco rotondo alla U2 potrebbe essere una soluzione migliore)

Muse, live in San SiroLa scaletta: ehm. Ok. Va bene. Allora perché ci avete illuso mesi fa su Citizen Erased? Posso dirvi una cosa: anziché della strabusata Feeling Good e di Unintended (dai, già il livello carie con Starlight e Neutron star collision era alto) poteva andare benissimo un cambio con Citizen e Sunburn/Showbiz. No? No. C’è qualcosa che mi sfugge e non capisco. Giustamente qui nei commenti dicevate che non ci si spiega come mai OOS e Showbiz stiano uscendo dalle scalette. Vi dico solo una cosa: la mancanza di Bliss ieri sera. Non me la spiego. Molti si son seduti su Neutron Star Collision e su Guiding Light. Li capisco un po’. Qui sopportare alcune mancanze anziché lamentarsi di alcune cose presenti è quasi paradossale ma è così.

Muse, live in San SiroCapitolo cover: sentendo House of rising sun ho sperato la cantasse. Ma ecco, uff. Back in black non me l’aspettavo. Nic Chester e i Muse già l’avevano fatta in occasione del Big Day Out ad inizio anno: sinceramente Nic mi sembra l’unico cantante che possa cantare quella canzone non rovinandola e non facendo rimpiangere gli AC/DC (alla chitarra, chevvedevodì, Bellamy è mostruoso). Peccato che su 61500 lo sapessimo in… mmm, 350? Lo so che fare lo spiegone era brutto, ma io e Paola l’abbiamo fatto al settore rosso 222. Meno male che lì almeno è arrivato.
 
Poi forse aggiungerò altro. Forse. So’ stanca.

Quindi che vi devo dire: spettacolare. Bello. L’evento dell’anno. Però lo dico senza entusiasmo, ma felice di esserci stata e di essermi divertita con la compagnuccia di concerto ed aver rivisto altri amici di internette.

Muse, live in San SiroDiscorso parterre: tutto quello che dicono qui lo condivido, e l’ho già detto lì sopra. MAI e dico MAI più un concerto dei Muse in Parterre in Italia. Se vado in Germania almeno c’è l’equa suddivisione delle zone: prime dieci file tranquille con al massimo saltello perché sennò muoriamo tutti. Dai lati fai quel cazzo che vuoi, perché significa che non vuoi morire. In fondo sei lì perché ubriaco o ti sei trovato al concerto per decisioni. In mezzo si poga, perché anche la security non può dirti nulla.

Discorso gestione trasporti milanesi: non è geniale dire "ehi, vi allunghiamo l’orario di servizio dei mezzi". No. Tu devi potenziare i mezzi nel senso far passare più bus. Noi abbiamo aspettato un’ora e un quarto un bus che ci ha messo tantissimo nel traffico. Ed era il bus che preso dopo mezzanotte e mezza doveva passare un’ora e dieci prima. Non ditemi che per voi tutto questo casino era la prima volta. Città evoluta stocazzo.

Set list

  1. Uprising
  2. Supermassive Black Hole
  3. New Born
  4. Map of the Problematique
  5. Neutron Star Collision (Love Is Forever)
  6. Guiding Light
  7. Interlude + Hysteria
  8. Nishe
  9. United States of Eurasia
  10. Feeling Good
  11. MK Jam
  12. Undisclosed Desires
  13. Resistance
  14. Starlight
  15. Back in Black (feat. Nic Cester)
  16. House of the Rising Sun intro + Time Is Running Out
  17. Unnatural Selection 
    Encore
  18. Unintended
  19. Bernie The UFO + Exogenesis: Symphony Part I (Overture)
  20. Stockholm Syndrome 
    Encore
  21. Take a Bow
  22. Plug In Baby
  23. Man with a Harmonica intro + Knights of Cydonia

[presto qui ci saranno i link a foto e video]


27 thoughts on “Muse live in San Siro, Stadium, 08-06-2010”

  1. Sono d'accordo con te, anch'io mi son fatta 1111bella fetta di loro concerti non solo in italia in questi 10anni…però devo dire che riescono ancora a darmi i brividi….io son rimasta molto intusiasta di ieri sera!!!!!GRAZIE MUSE.  

  2. Beh, sentendo degli amici dal parterre la loro opinione è stata piuttosto cruda e pesante, come la maggior parte dei vecchi fan dei muse, proprio nei loro confronti.

    Che fosse l'evento dell'anno si sapeva già, ma la scaletta ha fatto veramente schifo e non serve un circo per coprire questo (luci, truzzaggini e piattaforme varie). Ormai li ho persi…e ho fatto bene a starmene a casa ad ascoltare gli Smiths XD

    tere

  3. Io ero al mio primo concerto dei Muse, anche se li seguo dai tempi di Origin of Symmetry, e boh, in quelle canzoni c'è parte della mia vita. Concordo in tutto e per tutto con quello che hai scritto in questo post: felice per esserci stata e per averli finalmente visti dal vivo (non da vicino, ero appollaiata sul terzo anello rosso ._. ahimè) questo sì, ma coinvolta… mah, ehm, ecco.  Poi Neutron Star Collision: ma per carità assoluta. Ma andiamo. Quello sì che è stato un brutto colpo. Io ero una di quelli che si è seduta, su Neutron BlaBla. Su Guiding Light no, perchè non mi dispiace, ma la collisione della stella a neutroni è stato troppo anche per me.

    E sì, Bliss mi è mancata moltissimo. Poi appunto, scenografie palle rotanti astronavi e baraccone vario lasciamolo a Lady Gaga ._.

    Un saluto,

    Ele

  4. Ciao, non ci conosciamo ma ho trovato il tuo blog un po' di tempo fa e ti leggo con piacere!
    A Milano c'ero anche io, e posso dire che capisco la "delusione" di alcuni per la scaletta, per un attimo (dopo le prime tre canzoni) confesso anche io di avere pensato "ma come?"… ma poi mi sono fatta trascinare e chissene! Io personalmente sono estremamente contenta (non era il mio primo concerto comunque) ma il coinvolgimento per me c'è stato eccome. Essere nel secondo anello blu pieno oltre il limite consentito e saltare, saltare, sudare e urlare su TUTTE le canzoni non ha avuto prezzo. A un certo punto (non mi ricordo più che canzone era, ma era un momento "soft") ho dovuto chiedere alla mia vicina di posto di abbassare il volume perchè urlava talmente da coprire il Bellamy!
    Certo, avrei sperato anche io in Citizen Erased, ma hanno fatto Unintended e Take a Bow e sono contenta lo stesso! Su Take a Bow confesso di essermi quasi messa a piangere (sono strana lo so, ma AMO quella canzone).
    E il pubblico è stato meraviglioso…a volte mi soprendevo a distrarmi dal palco e guardare incantata la miriade di luci….immagino cosa sia stato per loro suonare in una situazione simile!
    Just my two cents…io mi sono emozionata!
    Bea

  5. Mi sono innamorata di Matt e dei Muse dal video di New Born, le sue mani dorate sulla chitarra, il suono, il testo apocalittico.. sono rimasta a bocca aperta e bava alla bocca. Da lì ho capito che i MUSE sarebbero miei. OOS è l'album per eccellenza, quello che ascolti infinite volte che ti provoca emozioni diverse e potenti a seconda del periodo della vita in cui lo ascolti. E' pazzesco: mai capitata una cosa così! Di lì indietro a Showbiz più ruvido, sospeso, malinconico ma da brividi. Poi lo ammetto mi sono persa…Absolution e Black Holes and Revelations, li ho riscoperti solo qualche anno fa grazie ad Haarp. Certe canzoni mi esaltano solo dal vivo! Ed ora finalmente..dopo 10 anni eccomi al loro primo concerto (mi ero persa quello in arena.. cavolaccio!) e sono stata contentissima, in barba al suono, a guiding lights e unitended (che per me singlezitella  che vede intorno a se gente che si struscia… peggio di  un pugno allo stomaco..!)..insomma è stato fichissimo!!!! E ora sono qui con la malinconia dei "giorni dopo". Stanotte mi sono sognata l'ufo e i palloni occhi rotantiinsanguinati e prima di addormentarmi mi sono chiesta: ma che i Muse guardino Fringe? Sarebbe la loro serie: cospirazioni, segni.. muah! 
    Concludo dicendo che sono fenomenali, adrenalina pura. Io semplicemente li amo. Ma magari Matt… la prossima volta togli le canzonette e aggiungi Butterflies and Hurricanes, Citizen Erazed, Showbiz, Exo Politics e toh dai… anche Sunburn! (chiedo poco, eh????)
    baci
    P
    Ps anch'io Bea mi sono commossa con Take a Bow, …. è normale!!!

  6. Ah, allora mi sa che quella che  ho sentito per radio è stata la parte migliore del concerto……con l'unico neo di una " Newborn" un pò troppo lenta ed appesantita dai  troppi e troppi suoni effettati.
    "Ma cosa vuoi  da me/ se invece del caffè/ Io come mi sveglio la mattina penso ad Angelaaaaaa/faccio la pipì, faccio la pupù/ma la mia mente sta costantemente ad Angelaaaa" è uno stralcio tratto dal brano principale della suondtrack di "Cado dalle nubi", spassosissimo film di Checco Zalone/Luca Medici uscito qualche mese fa e che io ho visto in DVD, per una coincidenza non voluta, proprio qualche giorno prima del concerto dei Muse. Nonostante la canzone sia un pò scema, credo che sia l'ideale per descrivere la situazione di impantanamento che MR Bellamy sta vivendo con la sua ex brianzola e che pare ancora non passi…urge un nuovo colpo di fulmine :D

  7. io sono al 5 concerto dei muse, ma non mi stancheranno mai, in 5 concerti non ho mai avuto il piacere di sentire citizen, ahimè, ma non mi voglio lamentare, a verona ho parlato 2 minuti con matt e mi ha detto che tendono a suonare i singoli dei vecchi album, tranne rare eccezioni (questione di mercato)
    Chiaramente com'è nella logica delle cose anche i muse si stanno "commercializzando" ma si sà, questo è lo showbiz!
    In ogni caso i 3 ragazzi sul palco non hanno rivali, danno sempre il 100% al di là della scaletta, il palco era molto bello, ed è ispirato (come the resistance) a 1984 di horwell
    L'unica cosa che rimprovero ai ragazzi è che dovrebbero, come molte altre band, registrare il concerto e dare la possibilità ai fans di riascoltare il concerto a cui hanno partecipato…

  8. CIA! mi spiace leggere un resoconto così distaccato, io il mio l'ho scritto il giorno dopo il concerto ed ero ancora così esaltato da essere fin troppo ottimista-casinista-generoso, nel tuo colgo un retrogusto amaro piuttosto forte. Io nel mio piccolo ho apprezzato molto questo concerto ed ho maturato le mie idee su come dovrebbe essere una scaletta dai muse:
    Semplicemente dovrebbe durare 4-5 ore, perchè purtroppo (si fa per dire) hanno album strapieni di canzoni irrinunciabili, penso sia dura far contenti tutti. XD

    Adesso ci han proposto la scaletta "commerciale" perchè, c'è poco da dire, la maggior parte delle persone che ha comprato "the resistance" prima, se tutto va bene, conosceva di sfuggita solo, boh: time is running out, starlight, new born.
    E adesso van fatti contenti: ma va bene così, non credo di essermi mai divertito tanto in vita mia, l'atmosfera era spettacolare.

    p.s: troppo facile prendersela con Neutron Star Collision, va estrapolata dal suo triste contesto ed ascoltata come se fosse una bonus track di "The Resistance" e tutto cambia. 

  9. Ciao fran, è la prima volta che commento però ti seguo da un po' (e a proposito, complimenti, mi fai morire dal ridere)
    San Siro è stato il mio 2° concerto dei muse, anche se il primo è stato bologna a novembre quindi in ogni caso sono "fresca" di live (li seguo da quando uscì absolution, ma forse perchè ero troppo piccola, forse perchè nessuno dei miei amisci collaborava, non ero mai andata prima)
    Beh, a me il concerto è piaciuto per quello che era, ovvero un Evento (a cui probabilmente c'era gente che sapeva 5 canzoni oltre a quelle di Resistance, ma vabè, si sapeva già). era ovvio che non avrebbero fatto canzoni come Citizen Erased ad un concerto così…certo sarebbe piaciuto anche a me sentire Citizen o Sunburn (e ho sentito molto la mancanza di Bliss), però, che ci volete fare, è lo showbiz…sarà che ho pochi termini di paragone, però a me comunque è piaciuto e non poco!

  10. Una nota a proposito della promessa ATM! Io pure sono rimasta a piedi per un soffio! Sono andata a Lampugnano con amici che avevano la macchina là e la metro a mezzanotte era già chiusa!!!
    La sostitutiva non si sapeva neanche dove fermasse! Mi sono aggregata a un paio di ragazze non milanesi come me completamente spaesate!
    Al semaforo una di loro ha chiesto al vigile dove fosse la fermata e lui : non rompermi le palle che sto lavorando!
    Siamo state fortunate in fin dei conti, il bus s'è fermato proprio al semaforo, abbiamo fatto una corsa e lo abbiamo preso. Sono tornata a casa all'1! Avessi perso quella chissà quanto avrei dovuto aspettare!
    Però non si fa così. Prometti l'ultima corsa alle 00.35 e alle 00.00 dici che è già passata l'ultima!
    Vista la lontananza dal centro, un taxi mi sarebbe costato minimo minimo 40 euro!
    Ecco, lo ammetto, salita sulla sostitutiva, biglietto alla mano, per protesta, non l'ho timbrato!

    Su Neutron Star Collision e Guiding Light mi sono seduta pure io! :D

  11. Allora da dove comincio…Ciao a tutti!! per me a San Siro con  I Muse è stata la prima volta e sono una i quelli che prima di Resistance conosceva si e no 10 canzoni. Ma nella mia vita di concerti ne ho visti tanti Pop Mart compreso ma non ero preparata a una cosa del genere. Bellamy & Co. dal vivo mi hanno letteralmente sconvolto, è stata una specie di folgorazione, raramente mi è capitato di sentire qualcuno che suona e canta con tanta intensità, Matt credo che abbia una speciedi dono divino. Ho camminato in una bolla per almeno tre giorni  dopo il concerto rompendo le balle, ad amici e parenti che i Muse li conoscono appena….."Ahhh quelli della colonna sonora di Twilight"   ti dicono ….i più informati arrivano a Starlight!
    Poi mi sono letta tutte le cose che si dicono sulla storia dell'eroe di turno con la Polloni. Per favore fatemi dire la mia opinione, anche su questo, premettendo che  fisicaente Matt non è il mio tipo.
    Questa Gaia, correggeremi se sbaglio, era una qualsiasi, mica una velina, una letterina o roba simile, una come tutte noi, ora quando lei si è stufata di stare in Inghilterra lui è venuto ad abitare sul lago di Como, in una villa da favola, ha scritto canzoni bellissime dedicate  a lei….ispirando persino Neutron Star Collision……La domanda è Gaia ma che diavolo ti avrà mai fatto sto ragazzo per meritare di essere trattato così!!!??? Matt Bellamy genio musicale assurdo (come qualcuna di voi ha scritto) sbava per te e tu lo vuoi servire su un piatto d'argento a una come Kate Hudson!! Troppo facile fare l'attrice o la modella ed avere una relazione con una Rock Star di questo calibro.
    Insomma facevo il tifo per te visto che sei italiana. Secondo voi non è che sta ragazza è da mandare lei dallo psicologo???
     

  12. X anonimo: Ma che ne sai tu, o cosa ne possiamo sapere noi, di quello che va bene per gli altri??? Matthew Bellamy e quella che fino a poco tempo fa è stata la sua girlfriend hanno avuto, fino alla celeberrima intervista su Cosmpolitan del Febbraio 2007, l'accortezza di tenere la bocca chiusa sulla loro storia, ma chi non ci dice che sotto tutta quella coltre lattemiele decantata in molte canzoni dei Muse i piccioncini non nascondessero gravi problemi ad intendersi, e non solo per diversità di lingua e di cultura, ma anche di ideali???
    A te e a qualcun'atro che piagnucola sull'abbandono della Polloni vorrei soltanto ricordare che per costruire un solido rapporto duraturo , il sesso, la passione,l'attrazione,l' "amore estremo", chiamalo come ti pare, non basta, bisogna anche andare d'accordo non solo riguardo ai gusti personali ma anche sulla visione della vita in senso più generale. E se la coppia è scoppiata, evidentemente questa comunanza di interessi e di visione sui "massimi sistemi" ad un certo punto è venuta a mancare, o forse non c'è mai stata, perchè coperta dalla passione.

  13. Guarda non mi permetterei mai di giudicare la vita e le decisioni degli altri, non ho la più pallida idea di perchè si siano lasciati e sinceramente non mi interessa.  La mia era solo una considerazione un po' ironica su tutta questa storia, su cui magari i giornalisti ci hanno anche marciato sopra.

    Inoltre non ho più 15 anni da un pezzo (infatti penso che a volte quella che dovrebbe andare dallo psicologo sono io) ed una visione della vita un po' più disincantata.  Dico solo che magari fossi stata al su posto ci avrei pensato.

  14. Oooooooooo mon dieux!
    No Kate Hudson no!! no no no… mammamia…. mica perchè è brutta, è una strafiga… però… fa tanto tre neuroni e mezzo e l'ultimo di scorta infilato in mezzo al push up, casomai dovesse servire… oibò!
    Sta a vedere che Matt da sta fase rincoglionimento non ne esce più… Perchè insomma io Matt con una tipo la Hudson non ce lo facevo.. credevo puntasse intellettualmente più in alto… e dunque la mia paura (terrore!!) è che al prossimo concerto si debba sentire Invincible (e lì tranquilli che si torna a casa col diabete) e poi trottolino amoroso dududùdadadà… aiuto…

    Per il resto, a San Siro a me è piaciuto tanto, anche se è stato un pochino gnegnoso a tratti… ma è stata una bella gnegna comunque, hanno spaccato! Grandiosi fantastici mitici Muse!
    Speriamo solo Matt si ripigli nonostante la biondona rincoglionizzante a fianco perchè diciamolo, della sua vita privata può non fregarcene una benemerita cippa, ma le canzoni le scrive lui perciò…

    Tante care cose!

  15. Ps (son quella di cui prima) a me già che han fatto Hysteria, mi han resa una donna felice :) mi accontento con poco!

    Silvia

  16. Ma grassie! Riciclalo pure se vuoi. Comunque, pure tu fai spisciare dalle risate quando scrivi XD
    Son passata di qua per caso cercando di trattenere le emozioni post concerto, ma mi sa che ogni tanto tornerò a fare una capatina.
    Ciao ciao!
    Silvia

  17. Dai su, cerchiamo di essere un po' ottimisti! :)
    Diamogli un po' di tempo per ripigliarsi a 'sto omo, compreso qualche colpo di mona con la Hudson…
    Infondo anche nell'era "puccipucci" ha tirato fuori cose egregie (sbavo sempre su Map of the Problematique e il trio Exogenesis).

    …l'importante è che abbia esaurito tutta la depressione post rottura con Neutron Star!!!

    Sere

  18. Ma qui non piagnucola nessuno, semmai l'unico che piagnucola è proprio Lui …il piccolo Bellamy!!

    Quindi se Kate Hudson serve a non farlo diventare "gnegnoso", troppo bello sto termine….va beh!! Ben venga altrimenti al prossimo concerto ci canta "Gaia non c'è è andata via….." e allora si che piagnucoliamo sul serio!!
    Anch'io la Hudson la penso come una con un neurone solo ce la vedo bene con uno Matthew Mec Coughnely (ma si scriverà così??? Bohh!!!) con cui ha fatto più di un film, un'altro che mi da l'impressione che a parte il fisico da paura…neuroni niente!!

    Baci!!

    Fran sei un portento, dovresti provare con Zelig

    Baci

    Roby
     

  19. Proprio perchè Gaia era una ragazza normale, non interessata a fama e soldi, ha deciso di troncare una relazione che non li rendeva più felici… sì insomma non è che basta che uno ti sciva una supercanzoned'amore per dimenticare i problemi e i torti subiti….

    Io cmq Matt e la Hudson non ce li vedo proprio, quella ha davvero al massimo tre neuroni, e in più non è nemmeno così bella come si vede nei film o sulle riviste… le foto sono sempre ritoccate…. senza trucco e in costume è tutta un'altra cosa…….

    Io tifo per Gaia, spero possano tornare insieme, una storia di dieci anni è importante, e mi sorbisco volentieri le canzonismielate che lui scrive.

  20. Ma va! T'ha ragion, spezziamo una lancia per la povera ex. Di sicuro era (è, mica è morta!) una con le balle per tenersi vicino per tanti anni uno del genere. Nel senso, la lontananza, le fans impazzite, le corna (e non ci credo che non ce le aveva le corna… la carne è debole e a esere famosi si è circondati sempre da un sacco di strafighe che te la sbattono in faccia -scusate il francesismo-  Più la lontananza… )

    E di sicuro ci voglioni due balle così per mettere fine a una storia così lunga. E anche due balle così a non cedere ascoltando Neutron Star eccetera ecceterolo. 

    Però insomma… mo basta. Speriamo che il nostro cantante stia veramente girando capitolo, non perchè apprezzi la mononeuronica bionda finta ipertruccata, ma perchè se con un ex non ha funzionato, non funzionerà nemmeno riprovandoci.

    E perchè noi qua si è orfane di canzoni di altro tipo… che a me Guiding light dopo un po' fa venire il latte alle ginocchia… Per non parlare di I belong to youuuuuuuuuuuuu…. e invece potrei ascoltare Plug in baby-Hysteria-Plug in baby- Plug in baby-Plug in baby- Hysteria-Hysteria-Bliss-Butterfly and Hurricans-Bliss-New Born all'infinito in quest'ordine, o con poche variazioni comunque.. quando mi piace una canzone divento ossessiva …
    Poi in effetti non son cacchiacci nostri… basta che Matt si ripigli

    Ciao ciao!
    Silvia
     

  21. da una che come te ha fatto dei Muse "il gruppo della sua vita" ti dico: hai dato voce ad un sacco di cose che penso ormai da anni.. da quando (tour di Black Holes and Revelations) ho visto la gente fomentarsi con il battimani di Starlight.
    grazie, è stata una lettura bella. amara, ma bella.

Rispondi