SAS

Conferenza Stampa Brunori SASCome parlare di un festival visto dall'altra parte per la prima volta. Boh, diciamo che Italiawave sarà particolare perché un misto tra la Festa del PD di Carpi e una zona allargata dove si fanno concerti.

Io ero lì a provare a vedere di essere capace nel fare interviste. Radionation è una cosa che non è un mestiere, ma è pur bello affinarsi se possibile in quello che si fa.
Il fatto è che non ho potuto fare niente. Avessi dovuto produrre concretamente qualcosa come del resto altri per lavoro hanno dovuto fare mi sarei dovuta autointervistare come una Stanis la Rochelle qualsiasi. Snervante. Tante ore per sapere che no, né Editors, né Ok Go, né Groove Armada sarebbero venuti per due domande. Neanche la loro badante. Nulla di nulla.
Un po' una tristezza. E ti cambiano i punti di vista anche da semplice fruitore delle 3 ore di musica e lavoro che c'è dietro. Di questo inizio ad amare tutto il lavoro preparatorio, che ti fa capire tante cose.

Questo signore qui accanto, oltre ad essere il sosia del mio amico Paco, è Dario Brunori. E ha fatto uno dei lavori italiani più belli dell'ultimo periodo. E quando (visto che è stato l'unico) ci ha concesso 20 minuti di conferenza stampa… beh, ci saranno dei video con un audio di una che ride, e quella che ride sono io.


0 thoughts on “SAS”

Rispondi