Ormai tutti vedono gli alieni, ma lui lo sappiamo che è venuto prima di tutti.

Dear friends in Matthew Bellamy,
come ben sapete queste non sono notizie fresche. O meglio, abbastanza fresca è la notizia in cui la Marcuzzi anche lei ha visto da giovane dischi volanti. O meglio, si leggono anche robe tipo queste e te pensi: che ne penserà Mattweuccio nostro?

Niente, ti rispondi, sarà in giro in bici a farà il papà.

Poi vabbè, non s'era parlato in questi lidi della bella intervista (leggetela anche se non vi piacciono i Muse, c'è un po' il paradigma di come si dovrebbero fare i servizi sulla musica con annesse interviste. In questo il giornalismo inglese, anche se pure loro ci hanno tanta merda, ci da parecchie piste) su Kerrang circa un po' le somme dall'uscita del disco a pre-tour amerrigano.

La cosa che emerge, in una riga e mezza, per noi lavandaje è: ordunque, la Gaia si è presa la casa a Como… e la sala di registrazione?
Scusate, ma non riesco a togliermi il pensiero dalla testa, lì, nella grotticella, che forse era di Bellini o menate varie… capitemi. Lo studio di registrazione, quello di The Resistance.

[la smetto]

La cosa che più mi interessa, relata a ciò che dico LO STUDIO DI REGISTRAZIONE (argh) è:
(…) don’t expect to hear the whole of that sprawling work. Even with today’s high technology, not all studio performances can be reproduced in live settings.  “I mean, in all honesty, it’s probably one of the reasons why we haven’t actually played ‘Part 2’ and ‘Part 3’ of the symphony live yet,” Wolstenholme said in a recent phone interview from San Diego, the first stop on the North American leg of Muse’s endless world tour.  “I think sometimes there are certain strings and orchestra things that can be produced electronically, but we kind of thought with those two songs the main focus was on the orchestra. I think the difference with other songs is that the focus has always been the band, and the orchestra’s always acted as the backdrop.  “I think sometimes when you go out and write a song that is practically all-out classical music, it’s very, very difficult to take that to the stage without having an extra 40 people right behind you onstage. And obviously to tour with those numbers of people is unrealistic.”

Se vi ricordate Matt ci disse: "oh, forse porto l'orchestra sul palco". Ci ri-menava per il naso. Maledetto paraculo.


21 thoughts on “Ormai tutti vedono gli alieni, ma lui lo sappiamo che è venuto prima di tutti.”

  1. Io vorrei dire un'altra cosa: non vive più in Italia, cazzo O__O
    Non ce l'abbiamo più sul nostro suolo italico…che tristezza…
    E sì. in effetti la domanda me la pongo anche io: lo studio di registrazione????
    Kira
    (bella l'intervista, comunque. Grazie di averla consigliata!)

  2. Immagino che il trucco per eludere le paraculate di Matthew sia chiedere direttamente a Chris XD Ora che ha il dono della parola (e di Twitter u.u) non dovrebbe essere più così difficile *_*

    E comunque, me lo chiedo pure io… Ma una psicologa/sessuologa/quel che è come diavolo fa a mantenere la villa con annessi e connessi? Vuoi vedere che ho sbagliato tutto nella vita e dovevo studiare psicologia? :/

  3. …nipote?

    Qualcuno mi spiega cosa ci fa Gaia con uno studio di registrazione?
    No, non voglio veramente saperlo, grazie.
    Sì, abbiamo sbagliato tutto nella vita, dovevamo studiare il modo per accalappiare Polli d'Oltremanica che regalano ville nel comasco anche noi.
    La voglio pure io la villa sul Bellamy Lake!
    MEM

  4. Il "Bellamy lake" mè piaciutoXD
    Io porpongo di organizzare una crociata verso Como per riprenderci lo studio di registrazione. Della ville me ne frega relativamente…
    Kira

  5.  Presente ultimamente latito da tutto e tutti!!

    E già lo studio di registrazione è la prima domanda che ci facciamo tutti……addio visione poetica del Bells che compone di notte pensando di essere Bellini o giù di lì!!!

    La Polla ci avra fatto dentro un centro benessere!!!

    Ma ancora stiamo qui a berci tutte le cazzate che ci propina quando apre la bocca……e il nuovo  disco……bohhh …sul come sarà…..si vedrà solo quando lo sentiremo!!

    Roby

  6. O cazzarola!!! Come manco un pò di giorni ecco che salta fuori un 'ennesima "bomba" sul mondo del Muse…….intanto secondo me l'apprendista discepola di Pasini, Rossi e della Graziottin userà la villona gentilmente regalatale dall'ex-fidanzato musicista come nido d'amore per sè e per il  Misterioso Nuovo Uomo Superfamoso che lei stessa ha confessato di frequentare  nella nota microintervista a "Vanity Fair" e magari, laddove c'era lo studio di registrazione ce ne metterà su un 'altro dove far accomodare  i suoi futuri pazienti, a meno che questa fantomatica  nuova fiamma della comasca non faccia lo stesso mestiere del leader dei Muse (?!);eppoi, per quanto riguarda l' ausilio dell'elettronica pure per fare le parti più classiche di "Resistance", io stessa ho sempre sospettato che era un pò troppo una registrazione in presa diretta con 40 elementi d'orchestra.
    P:S.Aldilà di come è finita tra MR.Bellamy  e Gaia e delle ragioni che hanno portato i due ad allontanarsi per sempre,io trovo che il comportamento della ragazza sia stato di una scorrettezza inaudita, non solo perchè in più di otto anni che sono stati insieme lei non ha mai fatto un passo che fosse uno per entrare realmente nel mondo interiore del suo lui, disprezzandolo velatamente ma anche perchè lei, pur non sapendo di non essere  mai stata veramente in sintonia con il  Matt, l'ha incoraggiato a continuare la loro storia inducendolo a trasferirsi con lei in Italia in quella casa che lui ha comprato e che ora lui  si è ritrovato a lasciare. Mi auguro soltanto che il Bellamy non ritrovi nellla figlia di Goldie Hawn una Iena del genere. :P

  7. Fra: scusa…ma tu come fai a sapere che Gaia non ha mai cercto di capire Matt? La consoci personalmente? Conosci amici degli amici?
    Domanda del tutto innocente, non c'è nessuna venata ironia o roba del genere…
    Kira

  8. Oddio!!!! Personalmente la Polloni a me è sempre sembrata un po' un' insensibile….soprattutto per come sono finite le cose….(è vero che non non sappiamo un bel niente) magari se lo usava come cavia da studio…..e lì ce n'è da studiare!!!!

    Sul come sia riuscita ad "estorcere" la villa ho una mia teoria!!
    Non la esplicito perchè sono una persona seria e non voglio rischiare il linciaggio!! La stessa teoria mi porta a pensare che sposerà la bionda a breve!! Vorrei sbagliarmi per mille motivi!!

    Non uccidetemi!!

    Roby

     

  9. @Fran No, non siamo "veramente" parenti! XD
    E' una corrispondenza di amorosi sensi, un'affinità intellettiva.
    Vero, nipote? U_U
    MEM

  10. X Kira: No, non conosco  personalmente la Dott.ssa Polloni da Como e nè i suoi amici o gli amici degli amici, ma credo di essere abbastanza grande e "scafata" da cogliere i sottintesi ed i sottotesti di determinate situazioni anche solo leggendo qualche speech o guardando una videodichiarazione. Nel caso specifico della telenovela italo-inglese portata avanti per quasi tutti gli anni zero del terzo millennio da MR Bellamy e MS Polloni, quando ho saputo della loro storia tramite un'intervista rilasciata dai Muse a "Rockstar" in occasione dell'uscita di "Absolution" (dunque nel lontano 2003), io stessa ho gridato alla favola del tenebroso e scapestrato ragazzo di umili origini messo in riga dall'amore inaspettatamente trovato in una ragazza che era il suo esatto opposto, dunque posata, dai modi gentili e ricca ed ho continuato a pensarla così anche dopo tre anni, quando il buon Matt  spiattellava ai quattro venti le sue faccende amorose per giustificare il suo spostamento in quel di Como. Poi è arrivata quella benedetta intervista rilasciata dall 'allora fidanzata su Cosmopolitan e mi è venuto qualche dubbio sulla solidità di quell' unione, facendo sorgere in me la sensazione che la comasca stesse con lui soltanto perchè era abbastanza benestante da poterle garantire il tenore di vita a cui era abituata dall' ambiente alto-borghese dove era cersciuta. Perplessità rafforzatesi maggiormente quando leggevo su tanti blog, compreso questo, le osservazioni di molti spettatori che si trovavano a condividere con " la Gaia" la tribuna d'onore ai concerti dei Muse, sempre con tappi alle orecchie e l'unica preoccupazione di sfoggiare costosissimi vestiti firmati e gioielli di valore, compreso l'anello di fidanzamento tutto tempestato di diamanti donatole da MR bellamy.
    E dunque per questo non sono rimasta troppo sorpresa quando ho appreso della fine della loro storia. :(

  11. Anche io, per quel poco che si può intuire, ho avuto l'impressione che Matt fosse molto più preso di Gaia. Però a questa età le storie finiscono e ne nascono altre. Spero che Matt trovi dentro di sè le risorse per superare questa cosa, se ancora non c'è riuscito; io glielo auguro di tutto cuore!!!
     Un abbraccio a tutte ( e tutti )
                                                              Cristina

  12. X Fra: Ok, ho capito, ti sei spiegata benissimo :-D
    Scusa se ti ho fatto scrivere un papirone, era che mi sembravi così convinta che ho pensato "Wow…magari qualcuno che conosce la ex coppia le ha detto qualcosa…" ed è scattata la curiosità :-P
    Fran l'ha detto che siamo un gran blog di Muse spetteguless!
    Kira

  13. Ma sul serio i tappi alle orecchie ai concerti!!!!!????Non è possibile!!!!
    No perchè se è così…..mi spiace dirlo visto che lui ci è evidentemente stato parecchio male…..ma ha fatto un'affare a disfarsene!!!

    Roby

  14. Ciao! Leggo la mitica FranFiorini da tanto, soprattutto per la sua cultura in museologia e musicale! Mi viene spontaneo chiedere: come fate a sapere queste cose sulla Gaia? (cioè… tappi alle orecchie, alta borghesia,ecc…) Non lo chiedo in modo polemico, ma con vera curiosità… Io ho sempre cercato informazioni su di lei (W lo spettegulesss ) ma sempre con poco successo e questo mi ha fatto pensare che sia una ragazza molto discreta e riservata.
    Ele

  15. scusate l'intrusione…
    non sono una fequentatrice assidua di questo blog, anche se lo apprezzo ogni volta che mi capita di passarci..
    Ora, potrete anche non crederci, ma io li conosco, sia lei che lui. Quello che mi chiedo è come facciate ad esprimere opinioni ( di cui siete seriamente convinte) su quello che abbiano potuto sentire nel troncare una relazione di nove anni, quello che hanno fatto quando stavano insieme, quello che facevano o non facevano l'una per l'altro senza averci mai nemmeno parlato!… scusate, ma già è difficile giudicare una relazione tra persone che si conosco bene come gli amici di tutti giorni, già è complicato capire i sentimenti e le ragioni profonde che portano le persone che conosciamo bene a fare le cose, figuriamoci di gente che non conosciamo affatto e di cui leggiamo solo cose su giornali e riviste (e che per la maggior parte non sono davvero fedeli alla realtà ma solmente ispirate da essa…).
    Proprio perchè li conosco, non voglio difendere nè l'uno nè l'altro… però mi sento di dire che questa roba di Gaia come sfruttatrice arrampictrice sociale proprio non ci sta… così come il fatto dei tappi ai concerti per non sentire (che cmq a volte mettono anche i tecnici, perchè ti permette di sentire i suoni senza tutto il frastuono e senza spaccarsi i timpani ), i vestiti firmati poi, li compreremmo anche noi se ci piacessero e potessimo permetterceli.. E l'anello di fidanzamento voi lo terreste chiuso in un caassetto?… scusate ma non credo! ;)
    Come tutte le relazioni avevano cose che funzionavano e anche problemi, entrambi avevano pregi e difetti, momenti in cui uno era più "vicino" all'altro e vicevera… ovviamente poi stiamo parlando di una relazione con una rockstar, non tra due impiegati, quindi già di per se una relazione abbastanza complicata..non trovate?…
    vabhe, scusate l'intrusione… spero di non avervi annoiato!
    ps: giusto per precisare: Gaia non vive più nella villa di Matt.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.