Ora mandiamo un dvd a Benedetto per fargli vedere come si tratta coi bimbini.

Da Repubblica.Milano

Ho letto un casino di report di giornalisti sul concerto e si dividevano in due grosse metà: quelli che non sapevano perché fossero lì (LaStampa ha scritto che ci fosse Patti Scialfa, la moglie di Bruce, al violino. Ma quando mai? Che poi bastava sentire lui che ha detto “Ndove è Patti? A casa coi bimbi e vi saluta”. Diomadonna, l’inglese eh) e quelli che come quindicenni davanti agli onedirection si sono dimenticati la professionalità e hanno tirato fuori non la passione per la musica ma il groupismo.
Insomma: bah.

Vi dico come è stato per me, da non credente.

Springsteen ha messo su un concerto in crescendo. E’ possibile farlo quando già quando inizi con We take care of our on? Sì, perché durante la prima i fonici pistolano per creare l’audio perfetto, che infatti arriva alla seconda. Poi avanti, per ore. Con la musica e niente altro. Un coglione (che organizza robe qui a Parma, poi) una volta disse che dopo le due ore è bulimia musicale. Egli non sa che se uno è bravo e ama il suo mestiere e riesce a trasmetterlo sia alla folla di suoi adepti sia a persone che a novembre hanno fatto f5 convulso sul sito di ticketone per avere il biglietto prato pensando “facciamoci ‘st’esperienza, se tutti ne parlano come se fosse iddio” quel parere se lo può mettere ove non gli batte il sole.

Forse il riassunto più giornalistico ve lo dice Pitchfork:

Bruce Springsteen and the E Street Band played their longest show in 32 years— and, at 3 hours and 40 minutes, their second-longest ever— last night in Milan, Italy (setlist above). Fun fact: Bruce is 62 years old.

Infatti era un po’ nonno coi bimbi: presi su in braccio dal pit. Fatti cantare, spupazzati e rimessi giù. Molto più rilassato del signore che era allo stadio la settimana precedente e assolutamente più convincente.

E comunque il finale con tutti a cantare Twist and Shout, col Meazza illuminato a giorno, rimarrà scolpito nella mia memoria. Vi posso solo dire che è una cosa che va provata: non credevo neppure io che un concerto del Boss potesse essere questa cosa.


Rispondi