La vittoria pelosa dell'Austria

L’Eurovision Song Contest 2014 passerà alla storia Eurovision come uno dei più spettacolari show televisivi di sempre, un’enorme festa di strada in una capitale eccezionalmente verde e LGBT-friendly, e un vincitore che apre la strada a una nuova e unita Europa. Ci congratuliamo con Conchita Wurst (evviva l’Austria) ma la cosa più figa è stato vivere la finale con #ESChyggeIT! Infatti sabato sera nel “salotto danese” da Fritz Hansen VisitDenmark ci ha accolto con vettovaglie, televisore ma soprattutto birra (danese!) fresca durante tutto il liveblogging e livechatting che facevamo lì.

Per la cronaca io ho azzeccato il pronostico ma sbagliato il punteggio, quindi niente pacco dono danese. Sigh :(

image003

Congratulazioni a Conchita Wurst dall’Austria che ha portato il trofeo a casa, e subito spianato la strada per una nuova Europa più tollerante, libera e solidale, dove si può essere se stessi dentro e fuori, e avere successo.

Evviva le barbe!


Rispondi