Ora vi spiego perché non vi piace Drones o non vi convince del tutto

Facciamola a paragrafi perché non so quanto verrà lunga.

Non vi parlero’ delle canzoni, vi dico che a me ne piacciono quattro e che sinceramente tolte quelle ho un grosso problema con questo album: non mi resta in testa. Già dopo Dead Inside mi sono chiesta cosa stessi ascoltando o cosa avessi fatto: un prodigio che neppure in una puntata del Dr Who. Riconosco che sono i Muse, ma non provo emozioni… questo mi da crisi e non mi fa sentire in vena di parlare di canzone per canzone. Ma poi le rece le scrivono tutti:

  1. Stavamo un giorno su quel gruppo di fotografi su facebook a dire se, ecco, le foto live dovevano essere quella cosa che ti dava la sensazione di quello che avevano visto i tuoi occhi (quindi lavorando l’immagine poco, sulle saturazioni, crop etc) o se andare tipo con la cazzuola e poi la bava di seicento vacche sacre rendendo l’immagine di cera un po’ alla silvioberlusconi (in pratica togliendo tutto il rumore fotografico degli iso alti, etc). Insomma: in Drones si è lavorato troppo sopra. Troppo. Vorrei sentire i veri demo all’inizio come erano, perché non riesco ad immaginarmi che si sia partiti da questo. Secondo me si è partiti tipo dalla foto di Carloconti e lo si è fatto diventare Michaeljackson. Che non è merda, difatti: significa che sai lavorare. Ma non è più la stessa cosa. Ed è come per le foto: magari quelle lavoratissime sono bellissime e figose ma… era quello che avevi visto al concerto o qualcosa di diverso derivato da quel ricordo?
  2. Matt e le fisse: non è cambiato molto, ma ora sto leggendo un sacco di cose per cui i leit motiv sono “sai che sto meh senza una stabilità di affetti” e “andiamo in Svizzera, ci sono i prati ed è sempre stata neutrale quindi in caso di guerra ci scula”. La cosa della Svizzera, sebbene abbia apprezzato molto la loro paraculata all’Expo per cui tra una settimana finiranno tutte le scorte di sample dei cibi ma non sarà colpa loro, non riesco a capirla. Perché nessuno ha mai sentito parlare di democrazia svizzera. Con tutto il bene io riesco a pensare anche che a Mendrisio ci siano i Coffee Shop come ad Amsterdam ma non riesco a pensare alla Democrazia. Penso alla Hunziker che piuttosto è emigrata qua e ha sposato Ramazzotti. Penso a Paolo Meneguzzi che ha aperto un bar sulla spiaggia in Spagna pur di non stare là e che poi insomma lui successo lo aveva fatto in Cile. Penso ai transfrontalieri, all’Emmental, al cioccolato e alla Nespresso. Come cazzo ti viene in mente la democrazia? Io le chiamo banche.
  3. Ho questa immagine fissa dalla mente: lo studio di registrazione in piena modalità autori di Boris. Cose che le fai buttate là all’ultimo momento perché si: eri in studio, avevi idee bellissime. Poi stai passando un momento di crisi interiore di merda e staresti solo a fare attività ricreative complementari ma non finire un lavoro serio. E quindi? Quindi temo che le idee di un album buono sono cozzate con un momento di scazzo cosmico per motivi personali. Allora è subentrato quello che io ormai chiamo “filling Interpol”. Vi spiego: una volta intervistai Fogarino e insomma erano usciti con l’album omonimo, e gli chiesi come mai di dieci nuove tracce ne suonassero solo tre. Perché ecco: non potevo dirgli “ma allora, questo album di merda con solo quattro canzoni decenti e tanta paccottiglia dentro?”. Lui sorrise, fece cadere la cenere della sigaretta nel bicchiere della vodka e la bevve. E mi disse che ecco, quando hai un repertorio non c’è bisogno di suonare tutte le canzoni di un disco. Se volete ve lo spiego meglio ma credo che voi abbiate capito che insomma le bollette e le rate signoramia.
  4. Warner e l’Italia: ricordiamolo, nel momento in cui la copertina di Drones era proiettata sul pipino del bimbo che piscia di Bruxelles, su un edificio a caso di Stoccolma, a Madrid, a Parigi, ad Amsterdam, sotto casa di trafficanti d’organi dell’Oman qui in Italia si fece una fava. Ora: sappiate che il 30 giugno ci sta un live a Colonia per 900 persone. Belgio, UK, Olanda e Austria oltre che alla Germania hanno fatto concorsi (vi prego: ho anche partecipato e ho bucato alcune deadline e sto a rosicà) per portare là fans con viaggio incluso pure. Noi nulla. Davvero: che differenza c’è tra noi e l’Aust… no, scusate. Ok.  Ciao, c’è il contest RDS nella settimana in cui non sono in Italia. Grazie Chiara di avermelo detto.
  5. Non so se da qualche altra parte si sia scritto: i Muse sono al Pinkpop, al Pinkpop c’è il livestream: Warner NL ha detto si’ allo stream totale del concerto. Quindi sapete cosa vi tocca a Capannelle.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.