Percorri il Mackintosh Trail

Mackintosh Queen’s Cross(link is external)

Vera e propria gemma architettonica nascosta e attuale sede della Charles Rennie Mackintosh Society, Mackintosh Queen’s Cross è l’unica chiesa da lui progettata. Commissionata nel 1896, l’edificio è un’interessante combinazione di luce e minimalismo e ha delle vetrate magnifiche. La chiesa funge anche da spazio per esposizioni interessanti; dall’11 maggio al 9 giugno 2018, ospiterà l’installazione del Museum of the Moon(link is external) che fa parte del tour internazionale dello scultore e artista britannico Luke Jerram: un’incantevole esposizione di immagini, luci e composizioni musicali, oltre a un’opera d’arte a forma di luna, della larghezza di sette metri.

Lighthouse(link is external)

Sede originaria del Glasgow Herald, nonché prima opera commissionata a Mackintosh, oggi, il Lighthouse, ospita lo Scotland’s Centre for Design and Architecture e il Mack Centre oltre a una sede permanente del Mackintosh Interpretation Centre in cui è possibile ripercorrere la sua vita e le sue opere e scoprire l’opinione che di lui hanno i designer contemporanei. Nel 2018, ogni sabato alle ore 13.00, puoi partecipare a un tour per ripercorrere la storia dell’edificio e l’impatto che il Mack ha avuto su Glasgow; dopo il tour, sali sulla Mackintosh Tower per godere di panorami mozzafiato sulla città.

Mackintosh House alla Hunterian Art Gallery(link is external)

Demolita negli anni Sessanta a causa di un cedimento del suolo, la ex casa di Mackintosh e di sua moglie Margaret, anch’ella artista, è stata ricreata in maniera eccellente. Alcuni oggetti d’arredamento recuperati, sono stati riuniti alla Hunterian Art Gallery dell’Università di Glasgow mentre diversi elementi degli spazi abitativi della coppia sono stati accuratamente riprodotti in questo spazio immacolato e pieno di luce, visitabile esclusivamente prenotando un tour guidato: non farti sfuggire uno dei beni più lussuosi di Mackintosh, uno scrittoio in madreperla, mogano ebanizzato e altri materiali.

House for an Art Lover(link is external)

Incredibilmente, i progetti di Mackintosh furono esclusi dal concorso Grand Residence for an Art Lover, tenutosi nel 1901 in Germania, ma furono oggetto di ammirazione da parte di architetti e accademici. Graham Roxburgh, ingegnere civile di Glasgow, ne fu talmente ispirato da creare la House for an Art Lover nel Bellahouston Park, fuori città che fu terminata nel 1996 (e che scatenò reazioni diverse). I visitatori potranno valutare di persona se il rigido modernismo delle curve, delle griglie, e dei fiori, emulino davvero lo stile di Mackintosh. Fermati all’Art Lover’s Shop per acquistare un modellino in scala di oggetti di arredamento, oppure articoli di cancelleria e stampe ispirati ai suoi disegni.

Glasgow School of Art(link is external)

Nei suoi ultimi anni, Mackintosh si allontanò dall’architettura e si dedicò alla tecnica dell’acquarello. Gran parte della sua collezione è conservata in questo edificio classificato Grade A, progettato da Mackintosh stesso nei primi anni della sua carriera. Una visita guidata(link is external) dagli studenti, ti offre l’esclusiva opportunità di ammirare i mobili da lui progettati e la sua maestria architettonica; attenzione: alcune aree sono attualmente sottoposte a restauro a seguito dell’incendio del 2014. Da marzo 2018, la scuola offre una tour a piedi della città(link is external) per apprezzare al meglio le opere Liberty che compongono il Glasgow style di Mackintosh.

Willow Tea Rooms(link is external)

Tra un museo e l’altro, concediti un pausa all’elegante café in Sauchiehall Street per ammirare le opere del giovane Mackintosh, dell’epoca in cui Kate Cranston, fedele sostenitrice del suo lavoro, gli commissionò il progetto di alcune sale da tè alla moda. Il suo occhio attento ai dettagli contribuì alla realizzazione di un arredamento interno elegante ma informale, caratterizzato da colori accesi, repliche di sedie a schienale alto ed elementi in vetro a piombo.

Troverai tracce di Mackintosh e delle opere in Inghilterra:

78 Derngate(link is external)

La residenza al numero 78 di Derngate, Northampton (a solo un’ora da Londra), rappresenta l’ultima importante commissione affidata a Mackintosh, nonché l’unica casa da lui progettata in Inghilterra. Questa elegante residenza, caratterizzata da un mix di colori e forme e inondata dalla luce, è stata oggetto di lavori di restauro e oggi ospita un boutique restaurant, gallerie d’arte e un negozio di design.

Bell Inn(link is external)

La Bell Inn a Walberswick, Suffolk, è il luogo in cui Mackintosh era solito rilassarsi alla sera, dopo essersi trasferito qui, nel 1914. Ammira l’arredamento interno di questo eclettico pub che ha ben seicento anni, mentre gusti un pasto casalingo, prima di esplorare il villaggio e le dune  di sabbia circostanti.

43 Glebe Place, Londra(link is external)

Dopo essersi trasferiti in Inghilterra, Mackintosh e sua moglie lavorarono negli atélier di Glebe Place dal 1915 al 1923; sull’edificio, nella zona di Chelsea, è affissa una targa blu che  commemora il valore storico della proprietà.


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.