Condominio: una storia vera.

Buongiorno,
come può notare dopo il rientro dalle ferie l’angolo fuori dalla mia
casa è sempre più danneggiato. Avevo tentato di applicarci sopra una
protezione con del cartone ma ciò ha stuzzicato le fantasie di
qualcuno continuando l’opera d’arte cesellatoria.
Avanguardia condominiale.

Ci sono sempre più moto e motorini stanziali nelle aree cortilizie.
Come può vedere dalle date delle foto i motocicli sono stanziali di
settimana in settimana.

Nonché stamane fuori dalla porta della mia abitazione e in tutta la
zona verso il cortiletto interno, come può vedere dalla foto in basso,
degli incontinenti hanno deciso di non avere i bagni in casa e di
provare a liberarsi nelle aree comuni.

La prego quindi di intervenire, visto che già in casa mia entrano gli
scarafaggi dalla porta non vorrei che arrivassimo anche alle pulci.

Cordiali saluti per ora,
Fiorini

P.s. Ormai ho perso ogni speranza che riaggiusti la porta delle
cantine, è ironico vedere che dopo quella porta abbiano rotto e
continuino a divertircisi anche con la porta del locale caldaia.
Presto presumo, con il peggiorare climatico della stagione, che
rivedremo lì dentro i tendoi con i panni. Che bello.


0 thoughts on “Condominio: una storia vera.”

  1. Come ti capisco, mia cara. Prega per me: domani mi tocca incontrare il mio amministratore. E non posso menarlo, non posso menarlo, ché mi mettono in galera!

    :P

    Anna

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.