Non c'era niente neanche in tivvuuuuù.

Mi chiedo perché le pubblicità per le aziende del territorio siano così indecorose.

Quella del parmigiano reggiano, che il consorzio pubblicizza felicemente e festosamente lo spot come "è un grande musical, basato su una divertente versione della canzone “Mamma Maria” dei Ricchi e Poveri, al quale partecipano più di 50 attori, tra cui i più importanti ballerini bulgari della National Opera di Sofia ed acrobati che annoverano due campionesse del mondo di ginnastica artistica."

Sticazzi. Per me, il girato, è composto da una serie di idioti che non se vedevano dall’epoca del riso Flora. Signoreiddio, sempre meglio di quella poraccia che per comprare un etto di crudo non sa più cosa inventarsi per farsi cagare dal salumiere. E taccio sulle pubblicità del Mulino Bianco o della Barilla. Già dissi

Ma sempre dal comunicato stampa del consorzio, all’improvviso, l’incoscienza: "Una coreografia, degna
dei più grandi musical di Broadway, sarà eseguita su un’enorme forma di Parmigiano-Reggiano arricchita ed esaltata da una scenografia magica e sognante."

Molto magica e molto sognante.
Ci ritroviamo tutti come cretini a cantare pappapà-papaparmigianorerererereggiano-papapapàpaparmigianorererererereggiano-ooh.

Ma il punto è uno.
Chi l’ha vista? Ovvero, la mucca dopata transgenica che fine ha fatto?
Che fine ha fatto la dopata, poverina, non lo sappiamo. Io me la immagino. Proprio perché drogata il contadino l’avrà affidata a Don Mazzi, e adesso la vacca è lì a brucare l’erba innanzi la exodus al parco Lambro. Chissà se ora lo sa, che erba mangia.

0 thoughts on “Non c'era niente neanche in tivvuuuuù.”

  1. “tra cui i più importanti ballerini bulgari della National Opera di Sofia ed acrobati che annoverano due campionesse del mondo di ginnastica artistica” –> quanta fame avevano per finire a guadagnarsi la pagnotta umiliandosi in quello spot, sti poveracci?

    Thurs

  2. A parte che a me già stava abbondantemente sulle palle la versione originale della canzone, il massimo è quando in radio mandano prima quello spot e subito dopo quello dei mon cherie con la cover di “splendido splendente” della rettore…

    Ma dico… fare una cosa “fine e sobria” come la pubblicità del gorgonzola, no? :)

  3. ciao..io la pubblicità nn lò ancora vista…cmq se vuoi sapere ke fine ha fatto la mucca,me lo dovevi kiedere prima,xkè abbiamo incontrato l’allevatore un pò di giorni fa..se nn ci credi,vieni a vedere il mio penultimo post…

  4. (dimenticavo: letto il blog del tizio qui sotto, le mie idee contro l’accanimento terapeutico ne escono rafforzate. Si stacchi la spina, quando non c’è più nulla da fare, per favore)

  5. ma sei sicura che ad essere dopata fosse la mucca, e non il contadino? Ma potremmo farne tanti di esempi di pubblicità assurda…ma alla fine, dati alla mano, sembra che funzioni pure…..allora la ricerca va fatta sul capire che segni in testa rimangano a chi la vede!

  6. Thus: mi sa tanta. Spero che però visto che erano vestiti da cibarie non si siano dati al cannibalismo.

    Amaracchia: argh, perché me l’hai fatto notare? :D

    Velenero: quella con la tettona della Ridolfi?

    Tommaso: ma ma… è da lobotomia!

    Stark: mica avrai commentato troppo da me oggi, eh? ;)

    Zio: ecco, vero.

    Viola: vero, chissà…

    Bikke: son cose.

    Filippuccio: suvvia, guardami negli occhi e dillo con parole tue.

    Stark: quanto tempo!

    Anonimo: vogliamo un mp3.

    Elettraoro: hai ragionissima

    skarbie: ohibò, bel dilemma. Ma è normale, più se ne parla e più ci hanno azzeccato. Vogliamo parlare della particelladisodio?

  7. Grazie di averci edotto sul comunicato del consorzio :D

    Comunque dev’essere l’effetto Unione Europea: ballerini bulgari invadono le pubblicità, ginnasti rumeni le trasmissioni della Defilippi… (questi sì che campano male in patria, c’è da dedurre)

  8. Ma infatti: in entrambi i casi questi sfortunati, dopo essersi allenati sputando sangue per anni per anni, si prestano a umiliazioni atroci: in un caso farsi schiavizzare da insegnanti isterici e insultare dalle pescivendole del pubblico, nell’altro fare l’uomo-pomodoro sui ricchiepoveri :)

  9. Thurs ha ragione.

    Ma è atroce ascoltare la versione radiofonica alle otto di mattina proveniente dal capannone di fronte al tuo, circondata da indiani e pakistani e accanto a un povero pirla assonnato come la sottoscritta? MARIA STUARDA!

  10. boicottiamo il parmigiano, fanculo il parmigiano, sappiatelo è un formaggio pieno di vermi vestiti da cretini, boicottiamo un prodotto che umilia i gloriosi ballerini bulgari. Evviva il grana padano! Bello, cremoso, onesto, meno costoso!

  11. Frappe: ma no, qui abitando nella zona di produzione mi vien difficile ribellarmi.

    [anzi, se il consorzio vuole ingraziarsi la sottoscritta son facilmente corruttibile con 3 forme di parmigiano]

    Nicole: ma loro come reagiscono?

Rispondi