Tipo, oggi pioveva.

Oggi Alessio, il mio compagno di università, se ne è uscito con due constatazioni.
Perché diciamolo, studiare in facoltà è bello, ma.
Oggi abbiamo visto due al quarto anno. Prima lui mi ha detto "ma quella mezzasega con la giacca in pelle con 25 gradi lì e la biondona mica staranno assieme vero? perché a tutto c’è un limite".
Poi ha proseguito dicendo che se loro sono al quarto e noi no i casi sono due. O dio non esiste, o esiste e ce l’ha con noi due.
Perché insomma, a noi due ce ne capitano un po’. Siamo due rottami. Cosa che io se sputo nell’occhio a un ammalato credo di risanarlo. Sì, lo so, lo faceva già duemila e rotti anni fa un capellone in Galilea, ma lui non aveva il fegato intossicato da farmaci. Io tutti i lunedì sclero dicendo che voglio rottamare il mio fegato con la cirrosi, ma da alcool diobono. Voglio sbronzarmi vedendo la boccia graduata in alto, che da pure più soddisfazione così vedo subito quanto bevo prima di andare in coma etilico.
Tipo, oggi mi chiedevo se in coma etilico c’è ancora il controllo degli sfinteri, sapete come è: m’interessa.
Lui gira con i medicinali in borsa e si impasticca come un disperato nonché consuma deltarinolo per riuscire solo a terminare di leggere i paragrafi.

Ora, detta così questa cosa fa molto ridere. Anche noi ridiamo. Ma la situazione è semidisperata. Ossia, gente di 23 e gente di 28 anni che la cose meno gravi che hanno sono la colite ulcerosa e l’allergia.
Lui ci ha ragione che col manuale avanti si fa celo celo mi manca.
E quei due lì avevano da studiare per l’esame di inglese II che approcciavano con delle pronuncie che Benigni in inglese al confronto pare Jeremy Irons.

Capite, uno si ammoscia.

0 thoughts on “Tipo, oggi pioveva.”

  1. L’università è uno strano mondo che io non ho mai capito…

    P.s. Dopo avere letto il tuo post “V1pòdaafc” sono passato per ponte verdi ed ho notato i lucchetti… Dentro al Parco Ducale mi è venuta un’idea alquanto dissacrante… Posso contanttarti via mail per proportela?

    Lupo sordo

  2. no, non vi deprimete a cercare una proporzionalità tra università e vita ché non ce n’è.

    A proposito di lucchetti, hai letto l’ultimo post di tantoantipaticaquantostronza?

  3. [commento fuori luogo, tanto per cambiare. Serio, ma fuori luogo]

    dovrei fare premesse interminabili sul fatto che non commento quasi mai (e che quando lo faccio scrivo cazzate), che sto accumulando tuoi post che non ho ancora avuto il tempo e le energie di leggere, che ora sto scrivendo queste righe alla cieca sperando d’essere un minimo “originale” ma magari sono soltanto l’ultimo pirillo di una lunga lista di scopritori dell’acqua calda, che rileggo le parole scritte fin qui e mi domando “ma si capirà qualcosa?” e la risposta che mi do non mi piace affatto epperò per essere chiaro fino in fondo dovrei scrivere una roba di 719 pagine (contate), e alla fin fine non posso fare altro che confidare nella tua intelligenza e sperare che tu sappia riconoscere le mie buone intenzioni.

    (le intenzioni sono decisamente sopravvalutate, fra l’altro. Ma questo è un altro discorso)

    Fatto sta che qualche tempo fa (non ricordo quando) ho letto da qualche parte (non ricordo dove) che domani è il tuo compleanno, allora sono passato di qui per lasciarti il segno della mia visita.

    Niente auguri, ché fare gli auguri fra sconosciuti mi pare uno sbrigativo rito da ruffiani, ma almeno un pensiero affettuoso, la speranza che nei prossimi 365 giorni tu possa trovare tutta la serenità che meriti.

    Felice compleanno, Fran.

  4. benigni e l’inglese…

    “oh, my friend!”

    “fuoridallepalle”

    “fuoridallepalle anche a lei”

    (da “daunbailò”)

    cmq ieri hai scritto che ne avevi 23, oggi ne hai 24. sei proprio donna ;)

  5. cit.”gente di 23 e gente di 28 anni che la cose meno gravi che hanno sono la colite ulcerosa e l’allergia”

    Quanto ti capisco, io ho 24 anni e sono allergica ad un buon 40% di alimenti..vado avanti a pasta e pane (e vedrai che diventerò pure celiaca)…e il mio coinquilino (32 anni) ha colite, asma, allergia ai pollini…andiamo bene!!

    cazzolina, mia nonna è più in salute di me!

  6. Io c’ho l’acetone che di quando in quando mi piglia contemporaneamente ai malanni di stagione e mi fa stare almeno un paio di giorni a letto senza mangiare, coi crampi ed i succhi gastrici che mi fanno il rave party; una seccatura che mi accompagna da quando portavo la cartella di cartone…..

Rispondi