Incontri, anche nel senso di biscotti.

Per capire che ormai non ho più tempo di fare la spesa e vivo di cose trovate a caso non sapevo le novità nei biscotti. Cioè, mia mamma le sapeva, io no. E poi la prima cosa guardata è stata le calorie per pezzo. Io non lo so, ma esclamare "cazzarola, 65 chilocalorie al pezzo" anzichè dire "yum, cacao e cioccolato"… boh, non son cose normali eh.

Ne ho appena mangiate cinque e mi pare di avere nello stomaco il prodotto interno lordo degli statiuniti.

Ma veniamo a fare il racconto tanto favolettoso e disincantato:
Ah, che bello. Io pensavo "doh, la prossima volta che vado in Barilla là in via Mantova vado a fotografare la statua là argentata che sta fuori il palazzo dei due tizi che si tengono per mano, quella del Vangi".
[il Nodo, per i cultori]
Poi vado in Barilla, sempre causa ParmaWorkCamp, e mi porto una borsa, e nella mia borsa da brava femmina c’è di tutto (auricolari, netbook, fazzoletti, blocco note, cuffia da camera sterile, mascherina, elastici dentari, specchietto, tratto pen, pennino, stilografica, matita HB, matitine ikea, biglietti usati della metro di Vienna, cipria, disinfettante in bustine…) ma dimentico la fotocamera.
Io.

Poi vabbé, mi hanno fatto il badge visitatori, mi hanno accompagnato nei corridoi di Barilla, sono stata nell’ufficio di Pepe e abbiam parlato di cosa si può fare.
[e mi ha chiesto "come mai un barcamp a Parma? come è partita l’idea". Lì per lì ho pensato "che domanda del cazzo", ma non avendo confidenza mica lo potevo dire, e quindi ho fatto un giro lungo per dire "perché no, alla fine"]

Su, apprezzate che non ho fatto foto.
[alla fine di Budapest manca poco, in caso segnalatemi al locale ufficio turistico e fatemi dare un soggiorno gratis. Lascio la fotocamera a casa]


0 thoughts on “Incontri, anche nel senso di biscotti.”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.