E non si può neppure andare in Germania che fa caldo.

In questi giorni non reggo il caldo: ho le nausee, ho pseudosvenimenti. L'altro giorno facendo pilates io e il mio istruttore ci guardavamo mentre sudavamo in modo scomposto e lui mi diceva "non so, lo sento anche io caldo e guarda che son sicuro che c'è l'aria condizionata". Poi dopo scesi in piscina e mi buttai in acqua sentendola calda. E niente, vasche su vasche e mi sembrava di essere a nuotare non so, a Budapest nella termale, tanto più che adesso c'è anche il bagnino biondo e bon.. piacente.

Ieri sono andata a Milano dagli amici, anche se era travestito da un evento di quelli che sembrano da blogger in cui tutti son lì a tirarsela. Io infatti me la sono tirata tantissimo un'ora e mezza in tangenziale. Ero così rassegnata che neppure riuscivo a raccogliere le Madonne per riproporle. Sai proprio la tristezza nel vedere che fuori da te l'asfalto portava la temperatura a 42 gradi e il climatizzatore bizona (non quella di Oronzo Canà) all'interno ne faceva 20-22 meno. Così ti scazzi così tanto che quando arrivi e non vedi il barman. Vedi le bottiglie dietro aperte che hanno poco liquido. Ne apri una e non sai dove mettere il tappo. Però bevi.

Poi torni a casa e fa così caldo che devi accendere il climatizzatore per vivere. Però il casino è che pensi alla bolletta e somatizzi ancora di più. Però ecco, cazzofai? Ora ho anche un forno nuovo a microonde che sarebbe da provare e se penso che c'è caldo mi viene da svenire. E penso al prezzo della corrente. E le nausee. Non può andare.


0 thoughts on “E non si può neppure andare in Germania che fa caldo.”

  1. E io non ho manco il climatizzatore. Ieri proprio ho comprato altri due ventilatori al Carrefour che ci ho fatto pure i punti spesa sulla tessera -___-
    Penso che sublimerò prima di agosto ><

  2.  Fran accetta il mio consiglio, vai a sguazzare al mare! Io alla fine domenica scorsa la mia figura mozzarellosa l'ho fatta, non ho resistito… e ti dirò che spalmata sulle spiaggine galleggianti in acqua si stava da Dio… anche se c'erano troppi bambini giocanti e troppe mamme urlanti…
    Basta solo ignorare gli sguardi schifiti dei super abbronzati… che tanto a loro verranno pù rughe. Tiè.

    Baci!

    Silvia scialbata davanti al ventilatore

  3. anche pilates fai… apperò :)
    Se lo faccio qui a Milano mi dilapidano lo stipendio…
    Riguardo il caldo lo sai che anch'io non lo reggo…. Fortunatamente sia a casa che al lavoro ho la condizionata, ma poi bastano quei 45 minuti di treno (che dovrebbe avere l'aria condizionata ed ha anche i finestrini non apribili) per ridurti una monnezza.
    Per riprendermi ho messo il condizionatore posizionato su alaska. E finchè non arriva della bolletta me ne frego. Ecco.
    Laura

  4. Volete venire nel nostro laboratorio ultramoderno tutto climatizzato???!!!
    Talmente climatizzato che quando vanno i forni ci sono 34 gradi…ieri sera sono arrivata a casa che non sapevo più come mi chiamavo….ho acceso il clima a manetta e mi sono messa sotto la doccia con Absolution a manetta…..
    Io con il Pilates per adesso ho lasciato perdere…solo piscina tutti i giorni in pausa anche se l'acqua sembra quella del calderone della minestra!!!

    Buona giornata

    Roby

Rispondi