Della declinazione dello Ian.

In pratica era la nascita di Curtis, nel 1956. Oltre alla nascita di tanti altri musicisti oggi eh, tipo il chitarrista dei Ramones. Ma oggi pensavo a una cosa, che è poi prodroma e propedeutica del lavoro non retribuito che faccio su Radionation: le interviste.

Ci pensavo perché ho collegato diverse cose: sarò il 22 a Italiawave e forse sentirò, se la faranno, la conferenza stampa degli Editors. Ho riletto alcune loro interviste in cui han detto no, noi non è che ci siamo ispirati ai Joy Division, noi siamo più verso i Cure perché boh ci garba quel sound lì. E ci piace andare a tentare nuovi sound, anche se poi boh, ci rendiamo conto solo quando suoniamo avanti alla gente se abbiam fatto bene e funziona.

A 'sto punto con 'ste risposte vorresti dirgli: ok, puoi darmi una risposta scevra dal paraculismo?
Come si dice paraculo in inglese?


0 thoughts on “Della declinazione dello Ian.”

  1.  Ebè, non lo so come si dice paraculo in inglese!! Bisognerebbe trovare un madrelingua o qualcono che abbia campato in Inghilterra e abbia assorbito abbastanza termini non da dizionario, diciamo…

    Checculo la conferenza stampa degli Editors! Un pochino ti invidio…

    Baci!
    Silvia

  2. A parte che io sapevo che "Asshole" in inglese stava per "stronzo" eppoi per quanto riguarda gli Editors, tutto mi sembrano fuorchè ispirati ai Cure..insomma hanno sì rifatto "Lullaby" ma in quella loro versione non c'era neanche l'ombra di un riferimento stilistico e musicale alla band di Robert Smith :O

Rispondi