Alphonsine Plessis in fondo mi sta sulle ovaie.

A me han detto, tipo lunedì, che è meglio essere realisti come me che ottimisti sempre e comunque.

[cioè, tipo, io son quella che pensa che Violetta Valery * non poteva cantare ché aveva la tisi e invece ci han fatto un’opera. Lo chiamiamo realismo?]

[tipo per me morire tra le braccia di Alfredo non è romantico: è sfiga e basta]

0 thoughts on “Alphonsine Plessis in fondo mi sta sulle ovaie.”

  1. Lei sara’ pure stata sfigata, ma pensa quante creaturine hanno goduto.

    Qualche miliardino di mycobacteria tuberculosis di Koch, senz’altro.

    Senti, non prenderla come una minaccia, ti linko perche’ mi stai simpatica e ti linko acca’.

    http://politicrack.splinder.com

    Ah, sono anziano.

    Dopo quello che hai scritto, so cosa aspettarmi.

    “- odio gli anziani.

    – odio i bambini e le mamme dei bambini piccoli.”

    Io invece, non odio nessuno. Quindi mi faro’ visitare. Non credo di essere del tutto normale, come mi ripete sempre la mia fidanzata mentre le passo il cibo attraverso le sbarre della gabbia.

    Saluti cari.

  2. Ho visto il servizio su questa rappresentazione della Traviata e, devo dire, mi è sembrata molto realistica….. un pò di cosce di fuori in meno si potevano pure evitare, però eh, sembrava un “bagaglino in costume!!!”

Rispondi