10 biggest concerts of 2010 o una cosa del genere o perlomeno oh di quelli visti da me

Escludendo il Frequency Festival.
Premesso che ho saltato un casino di grandi concerti in suolo italico (Arcade Fire su tutti) cerco di razionalizzare quali sono i dieci memorabili dell'anno.

10. Serj Tankian, live at Estragon, Bologna.

Serj Tankian live at Estragon, Bologna
Dunque, per mettere lui ho tagliato concerti più fighi magari sul piano esecutivo ma che mi hanno meno intorcinato le budella. Per lui ho corso in mezzo a tutta la festa del Pd di Bologna, arrivando a metà set dei Viza. Poi sentire Empty Walls col quartetto d'archi è una roba che ti può svoltare la giornata. Tu provaci.

9. The Cranberries, live at Forum Assago

The Cranberries, Assago

Sai quando sei giovane e ti piace una band, degli album, ma abiti in posti dimenticati da Iddio e quindi sai benone che non riuscirai mai a vedere? Ecco, poi la vedi dieci anni dopo ed è una botta di ricordi, di puccismo, di robe che dici oh, gli anni, la sciatica, la tauromachia. Poi ringrazi anche lo stesso Iddio che ti aveva dimenticato che la O' Riordan non ha fatto cancellare per malanni anche la data di Milano. Pareggio?

8. Mumford and Sons, live at Covo Club Bologna

Mumford & Sons live at Covo Club, Bologna

Io grazie a questo blog ho conosciuto una ragazza che mi legge e si chiama Alice. Ali mi ha passato la prenotazione di questo concerto, che era andata in fumo in 5 minuti. Aver visto i Mumfords al Covo è stata una botta di culo, tolti gli inglesini mbriachi e limonanti vicino. Ho sentito il pavimento del Covo oscillare. Sai quando sei tuttuno con tutto e tutti e il palco e la sala e boh che sbornia musicale.

7. Pixies, live at Ferrara

Pixies, live in Ferrara

Sai la roba della gente epica che suona in un posto della madonna dove qualsiasi concerto anche un po' pippettoso e quindi anche se il concerto non fosse stato bello e anche non so, boh, tutto, tu sei lì pressato e guardi tutto e ritorna tutto bello preciso puntuale. Ti giri e vedi gente più grande dei tuoi genitori, stai lì cogli amici che fanno giornalini per l'evento e siete tutti felici. La gioia.

6. Rufus Wainwright, live at Conservatorio, Milano

Rufus Wainwright live at Conservatorio, Milano

E' una storia lunga: questo concerto lo dovevo vedere mi pare tre anni fa con una persona, e invece poi no. Quando dovevo prendere il biglietto quest'anno non avevo soldi o quasi, e un mio amico mi ha detto "siccome ci ho ormai debiti enogastronomici enormi con te ti regalo 'sto concerto" "uh" "cosa vuoi? prima fila?" "no no, piccionaia, prendi il più economico, ma ti pare?" Poi arrivata lì siccome non c'era nessuno sono scesa di 13 file. Poi quando sono uscita Rufola mi ha autografato il biglietto sulla mano. Sai quando pensi dentro di te che hai recuperato tutto e fanculo al mondo? Sì, quello.

5.The Gaslight Anthem, live at Magazzini Generali, Milano

The Gaslight Anthem, live at Magazzini Generali, Milano

Mi pare che in Italia sia la marchettatrice ufficiale dei Gaslight e ne sono soddisfatta. I soli problemi di questo concerto son stati: posto di merda, gente di merda, organizzatore delirante, solito blocco milanese alle 23:30 che ci ha regalato la scaletta più corta del tour Europeo. 'Sti ragazzi secondo me tempo 4 anni e possiamo piazzarli in grandi arene. E se non lo capiamo tutti, in Italia, sticazzi. L'importante è che l'abbiam capito io e voi.

4. Rammstein, live at Castello Scaligero, Villafranca di Verona.

Rammstein live in Villafranca di Verona

C'è la capa di una label che avendo visto che mia mamma mi ha accompagnato a intervistare Gnecco ha detto che è troppo rock. Ecco, se sapesse che mia mamma l'ho portata a vedere i Rammstein con me e io che ci avevo l'angoscia e le dicevo "no, beh, si sta dietro, però sai, è musica un po' forte, io la ascoltavo da giovane. Cioè, se lì si poga a sangue c'è un perché" e poi la mia mamma si ascolta a nastro i Rammstein guardandosi i live su youtube e continuando a ridere e stupirsi di quello che fanno ecco, quasi le faccio fare una rubrica su Radionation mettendo cosa le colpisce e cosa le fa schifo visto da un range di età diversa.

3. Muse, live at Stadio Meazza, Milan.

Muse, live in San Siro
Breve spiegone della terza posizione: concerto da ruolino programmato dei Muse. Scaletta non esaltante. Inserimento di Back in Black con Chester dei Jet ganzo. Fantastica gestione dell' "evento" col crescendo di supporter Calibro35, Friendly Fires, Kasabian. Non mi son piaciuti i Muse in se, dove invece al Frequency avevo i lagrimoni agli occhi, ma il tutto era impacchettato molto bene. Anche se l'acustica di San Siro, bah, dai. Allora a sto punto capisco il mettere concerti a Rho.

2. Florence and the Machine: live at Estragon, Bologna.

Florence and the Machine live @Estragon

Dire che s'è rischiato la vita per vederla direi che è una litote. Lastrone unico di ghiaccio in autostrada, raggiungimento dell'A1 dall'Estragon solo col GPS perché tutte le indicazioni erano coperte di neve. Lei dentro invece ci scalda i cuori, ci zompetta felice, ci fa un concertodellamadonna. E la felicità ci colpisce come un proiettile nella testa e cose simili lì.

1. The National, live at Alcatraz, Milano.
The National, live at Alcatraz, Milano

Concerto dell'anno. Fine.


0 thoughts on “10 biggest concerts of 2010 o una cosa del genere o perlomeno oh di quelli visti da me”

  1. Adesso mi deprimo perchè non ero a nessuno dei 10 ;___;
    (cavolo, Tankian devo andare a vederlo anch'io, prima o poi. Io adoro quell'uomo. Se solo la campania non fosse così maledettamente isolata da ogni luogo dove fanno qualcosa di interessante!)
    Kira

  2. l'anno scorso ho visto più concerti, quest'anno solo 3, ma andare a vedere un live a Wembley… non ha prezzo… anzi sì… 75 sterline!!!! scherzi a parte… l'anno scorso è stato l'anno in cui ho visto determinati artisti per la prima volta (tra cui una band che amo moltissimo a una scalcagnata festa dell'uva… ma questo mi ha poi dato l'occasione per intrattenermi un po' a parlare col cantante!!!), quest'anno ho avuto la riconferma della grandezza dei cantanti che amo da sempre!!!
    ciao
    Kanachan 

  3. Eh Fran, lo so, pubblicai pure il link su fb…ma 70 euro sono troppi, per quanto io ami i SOAD…:-(
    Però i tre squinternati devoniani li ho visti a Torino, ed è stato spettacolare *__*
    Kira

  4. XKira: come ti capisco sul fronte concerti, dal momento che anch'io, residente nella bassa pontina (abito a Formia), devo per forza aspettare qualche tappa o a Roma o a Napoli per poter vedere qualche concerto interessante.
     

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.