E ora mettiti in fretta al lavoro per il nuovo album, su.

Care amiche, cari amici, cari musers.
Ormai abbiamo capito come l'erede maschio è stato chiamato. Bing. Che come ha detto il buon Pop Topoi "Matt Bellamy dei Muse ha appena chiamato suo figlio BING. È chiaramente la risposta di Microsoft a Apple Martin-Paltrow."
E invece ecco, è dare per nome al proprio figliolo il cognome di entrambe le nonne dicendo poi che lo chiami Bing di nomignolo come il nome del papà del patrigno della tua compagna, ecco, è una pippa mentale mica da poco. Una roba che al confronto le credenze sugli alieni son robe di base.

Ma ecco, vediamone la foto.
Vi rammento che il nostro beniamino si è riprodotto, ci ha un figlio. E si concia ancora così, modello zerododicibenetton. A suo agio. Pronto per razzolare sulla spiaggia.
E quando penso a lui padre non è la stessa reazione che ho quando penso a Pizzorno, Sergio riprodottosi (che è tipo: perché non con me?) ma è qualcosa che suona tipo "certo che i figli vengono proprio a tutti, poro figliolo e OMMADONNA MA ORA CHE CANZONI FARA'?"

Specie l'ultima. Su, al lavoro tettone, che magari dimagrisci pure, componendo.


0 thoughts on “E ora mettiti in fretta al lavoro per il nuovo album, su.”

  1. Ti giuro che guardare questa foto mentre si fa colazione non è facile. ti ritorna tutto su. mioddio come si è ridotto. bello non è mai stato ma ora sembra un'orrenda caricatura di se stesso.

    EPIC FAIL

    Chicca Lòu ;)

  2. Sergio Pizzorno ha un figlio? Mio Dio, perché i più carini sono sempre presi? Già ero rimasta sconvolta a sentire di Tom Smith, ora pure questo… ;__;
    Tornando al Bells: l'ho già detto e lo ripeto: quand'è che sgrava pure lui e dona un fratellino/sorellina a Bing? Magari facendo quelle 4/5 ore di travaglio (fortunata la mammina… mia madre se n'è fatte molte di più) ritorna sano di mente e la smette con a musica pucci pucci e si mette a comporre canzoni con i cosiddetti come ai vecchi tempi.
    Sperem.
    Kira

  3. Mah, a sentire il motivo per cui Mr Bellamy ha voluto chiamare in quel modo  il frutto del suo amore con Kate Hudson mi ha fatto ritenere fortunata ad essere nata femmina, perchè, seguendoil suo ragionamento, mi sarei dovuta chiamare, se fossi nata maschio, Armenio Riciniello, che sono appunto i cognomi delle mie due nonne (la seconda di queste purtroppo scomparsa quasi tredici anni fa).
    Quanto al legggerissimisssimisssimo sovrappeso del frontman dei Muse, non so, mi aspettavo una crescita di adipe dovuta  in parte all'avanzare dell'età ed in parte alla cattiva abitudine di ingurgitare ettolitri di birra (tipica di tutti i britannici, però), ma non così…….insomma, anche mio padre ha una pancia di quelle proporzioni, però ha 64 anni, mica trentatrè :0
    Riguardo alle produzioni dei Muse, continuo comunque ad essere ottimista sul fatto che la paternità del caro Matt possa giovare alla vena creativa del trezetto del Devon.:)

  4. Ecco. Molla il frappuccino, recupera il tuo batterista impegnato nel suo doposcuola vagamente frociarolo ed in realtà piuttosto godibile ma insomma che diamine ad un certo punto torniamo seri, raccatta quell'inseminatore folle del tuo bassista, agguanta una chitarra, chiuditi in uno scantinato con i famosi fagioli in scatola di quell'intervista su Q ed escine con un paio di idee geniali che completino l'opera di rimozione che il mio cervello sta mettendo in atto nei confronti di NSC.

    Per favore, ovviamente.

    *il commento isterico delle 00:42*

  5. Fran, a me le scommesse che piacciono di più sono quelle che coinvolgono la cioccolata (specialmente in questo periodo di scazzo totale)… il problema è che la lontananza non la renderebbe possibile.
    Facciamo che chi perde si deve sentire per tre volte di seguito NSC. Senza mandare a quel paese Bells. E canticchiando il ritornello, anche.
    Kira

  6. #11 prima di dare giudizi sui musicisti, inizia (almeno) a scrivere correttamente i loro nomi. Inoltre ricorda che quello che per te è inascoltabile per altri può essere piacevole: il tuo parere non vale più di quello di chiunque altro. A un mucchio di gente i Queen non sono mai piaciuti, ma questo non diminuisce il loro valore e così per tutti gli altri. Attenzione poi quando si parla di kitch, parola che difficilmente viene usata nel modo giusto!!!!  Cari saluti                  anonimo come te

  7. …e magari adesso che si è messo a twittare commenti sulla finanza USA ci aspetta un album sulle potenze mondiali, complotti segreti ecc..
    Confido nel nostro man.

Rispondi