Il mondo mi vuole far parlare di ricostruzione unghie.

Da circa un mese mi chiedono via facebook se sono quella Francesca Fiorini che vende il gel per la ricostruzione unghie. No, non sono io. Le mie unghie sono naturali e seguono gli eventi del cloro dell’acqua della palestra: lunghe come quelle di Moira, quindi, quando non ci vado, e rosicchiate quando invece mi fo lì una doccia al giorno o vado a nuotare col mio impagabile stile à la pastoretedesco.

Forse ho sbagliato.

Se si è fescionbloggher ti arrivano vestiti. Techbloggher telefonini e consollez, travelbloggherz sconti sui viaggi, foodbloggher robe de magnà e io invece che sono purtroppo una che scrive solo di cazzate ricevo solo chilate di mail di comunicati da segnalare cortesemente (inutili), di iniziative benefiche (almeno quelle son fighe), di ragazzi con dischi autoprodotti sulla mail della radio con la preghiera che me li ascolti tutti e che li recensisca. Sono solo 50 al giorno, in media. Cosa volete che sia.

Al solito sbaglio tutto. Son cose.


Rispondi