Cose che ciclicamente si ripropongono come il peperone o l'aglio, non so.

E’ che ho visto un live e ho visto tanta gente stazionare davanti al live. Una cosa strana perché questi ragazzini a suonare, i Polarsets, sono stati davvero bravi, ma il pubblico parmigiano era lì, reattivo come me alle sei di mattina. Quasi per nulla. E mi ha messo un po’ tristezza, perché ho purtroppo ‘sta cosa dell’empatia e funge anche con le grandi folle.

Poi ho pensato a “momenti veramente tristi della mia vita” collegati alla musica e ho googlato i maestri di musica delle termedichianciano.

[e poi ne avevo scritto, quindi mi sono autogooglata. Si diventa ciechi?]

E vi rendo partecipi: del tipo che del pluricampione mondiale di fisarmonica Ermes Losi c’è una pagina tributo a lui, allievo di Gorni Kramer (che ne sapete voi giovani indies della musica anzyana) con inquietanti foto dei primi anni 90 tra cui questa.

Faccio presente che il maestro è venuto a mancare.

Poi dell’altro maestro, quello che inventò le hit “Un bicchiere d’acquasanta/che ho bevuto insieme a te” e “Vieni, vieni, vieni a Chianciano/ i nostri cuori sono tutti in libertà”, ho trovato solo un profilo facebook (fake? boh) in cui sono presenti bellissime però -se sue- intenzioni di vita, tra cui:

sono un pianista di grande professionalità ed molta esperienza internazionale ,ora sono in semi attività, suono come piano bar e dove mi piace, mi faccio un po pregare….?!mi piace la donna matura ed interessante così tanto per non perdere il vizio………………ma non
sono un fanatico del sesso.

Tanto per non perdere il vizio.

[Cristo, ora capite perché son così?]


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.