Ti piace la borsa gialla? Comprane una blu

Secondo me ad Expo ci sono un sacco di cose fighe.

Solo che alcune, ad esempio, non so se siano presentate bene. La Macchina di Santa Rosa (qui se ne parlava quando ancora facebook lo usavamo per il cazzeggio) è una bellissima tradizione. Una cosa che molti non conoscono, e a cui la vetrina di Expo puo’ giovare. Quindi sono stati investiti, in questi frangenti di Crisi, 90000 euro per portarla là.

FB_IMG_1430665551414
90000 euro per mettere la Macchina dismessa (con un nuovo bando già vinto il trasporto del 3 settembre ne vedrà una nuova) a mo’ di candelabro di lusso nell’area ristoro di Eatitaly.

Non la trovo un’iniziativa cosi’ felice da parte di una città che non ha neppure i bagni pubblici per i turisti, una volta che questi vengono a visitare un gioiello abbastanza sconosciuto. Un cartello e una torre all’Expo non valgono molto un investimento che poteva essere indirizzato altrove (il comune ha una pagina facebook, da cui è tratta la foto. Ma altro? Come si investe sull’informazione turistica se non ci sono più sportelli APT in loco e neppure una app?)

Inoltre, essendo una tradizione quella del Trasporto piena di fervore religioso ed emozionale la collocazione banalizza il tutto… insomma: non capisco la felicità di alcuni viterbesi alla notizia e nel vedere la realizzazione. Magari portare gli eccellenti prodotti alimentari viterbesi con in sfondo le tradizioni culturali come la Macchina di Santa Rosa, la Barabbata e la processione del Cristo Risorto sarebbero stati una mossa più azzeccata.


Rispondi