Le colazioni tipiche più caloriche e care d’Europa

Cosa succede a viaggiare per l’Europa? A volte uno scoglio insopportabile per noi italiani… le colazioni straniere! Quante volte leggiamo di veri e propri drammi una volta che siete in vacanza: caffè troppo lungo e “che fa venire il mal di pancia”? Mancanza di dolci a colazione? Troppo cibo? (ma gratis nei buffet alberghieri e quindi non si sa resistere…)

HomeToGo ha selezionato alcuni Paesi europei e ha poi chiesto a viaggiatori e persone del luogo di condividere la loro idea sulla colazione tipica di ciascuno di essi e il risultato è una divertente dissonanza tra immaginario comune e realtà. Io vi parlerò delle Nazioni a cui finora abbiamo dedicato più tempo sul blog, confrontandole coi dati del sondaggio. Diamoci un’occhiata assieme.

  1. GERMANIA – Consumo calorico tipo 340kcal/2,70€ di prezzo stimato

Cosa si pensa a quando pensiamo alla Germania? Sì, secondo l’immaginario comune le salsicce (28%) sono l’ingrediente principale di ciascuna colazione tedesca che si rispetti. Altri opzioni contemplano muesli o cereali (19%), pane e marmellata (9%) o pane e uova (9%). La birra è stata citata un paio di volte dai partecipanti al sondaggio. Ma in realtà per colazione i tedeschi mangiano caffè e latte con pane e prosciutto, a seconda dei gusti si sostituiscono gli affettati con marmellata o uova sode. Cereali, yogurt e frutta sono più comuni nel fine settimana. 

#funfact – Niente pane e prosciutto in Baviera dove la giornata inizia con würstel e cetrioli.

 

  1. AUSTRIA – 280kcal/2,90€

Come per la Germania, si pensa alle salsicce, o alla Schnitzel (6%), e strudel (5%). Quale invece la realtà? Caffè e latte con pane e marmellata o volte anche un croissant. Nel fine settimana la colazione si fa più ricca e vi si aggiungono vari formaggi e cereali, un compromesso tra gusti italici e quelli tedeschi.

#funfact – Bere il caffè in compagnia è un’attività sociale cara alla cultura austriaca.

  1. FRANCIA – 603kcal/8€

Stando al sondaggio, la colazione francese sembra essere a base di croissant (23%), abbinato a un caffè (13%) o con marmellata (6%), c’è un croissant per tutti. La baguette (11%) è la sua valida alternativa, ma anche un pain au chocolat (5%). Per poi passare a veri e propri luoghi comuni sui transalpini in tavola: infatti nel sondaggio si parla anche di Rane (6%) e lumache (3%), popolari ingredienti della cucina francese, non sono state dimenticate.

Non c’è grosso divario tra percezione e realtà: la giornata francese inizia con caffè, baguette imburrata e una pasta, spesso un croissant o un pain au chocolat

#funfact – Tempo al tempo: in media i francesi spendono 22 minuti per fare colazione.

  1. ITALIA – 311kcal/2,80€

Sì, la sagra dello stereotipo ;) Cosa pensano di noi gli stranieri? Pensano alla colazione italiana a base di caffè e pasta (25%). Seguono pizza (11%), caffè e biscotti (11%) o semplicemente un caffè (8%), un toast con cappuccino (8%) o un tramezzino e una baguette o una ciabatta (6%). Da riportare dalla categoria “altro” (14%): “olive e polenta”, combinazione strana di per sé, e tiramisù.

Tolte queste versioni hard è abbastanza vero, dopo il nostro espresso che ci sveglia la mattina. Nella versione casalinga innumerevoli biscotti sono immersi in una tazza di caffellatte. E i prezzi sono tra i più concorrenziali d’Europa.

#funfact – Solo in hotel: consumare una colazione continentale ti identifica come un turista molto più di quanto potrebbe fare una fotocamera appesa al collo.

 

  1. REGNO UNITO – 1190kcal/8,26€

Molti partecipanti non hanno nemmeno definito ciò di cui una “english breakfast” (19%) si compone, assumendo che si spieghi da sé. In realtà è così. Il resto dei partecipanti l’ha, infatti, descritta citando fagioli, uova, bacon, salsicce e, ovviamente, tè (47% – la percentuale più elevata del sondaggio). Nessuna discrepanza quindi tra realtà e percezione. È tuttavia un tipo di colazione molto molto nutriente ed include bacon, salsicce, uova, pomodori grigliati, funghi fritti, pane tostato con burro e fagioli. 

#funfact – Senza il minimo dubbio, a questa colazione si accompagna il tè, nero e con latte.

  1. PAESI BASSI – 380kcal/2,50€

I partecipanti dicono che nei Paesi Bassi si mangiano preferibilmente pane e formaggio (19%) o pane e caffè (14%). Seguono i waffles (11%).

La realtà? In verità gli olandesi effettivamente iniziano la giornata con pane con burro e formaggio o prosciutto (o altri affettati o carne), marmellata, diavolini di cioccolato – adorati dai bimbi – o ancora burro di arachidi. Il tutto a base di tanto tanto caffè, specie nelle città più grandi, sebbene ognuno poi abbia le proprie preferenze.

#funfact – Ciascun olandese consuma circa 60kg di pane all’anno, altro che patate!

 

  1. DANIMARCA – 256kcal/6,70€

 

Che si tratti di aringhe o salmone affumicato, il pesce (11%) sembra essere la prima opzione dei partecipanti nel definire la colazione tipica danese mentre il caffè è la bevanda più popolare.

Sembra la colazione tra le più oscure nell’immaginario del sondaggio, ma che si mangia in Danimarca? Pane di segale con formaggio e uova sode, preferibilmente formaggio giallo e uova sode su una fetta di rugbrød con un po’ di burro. Variazioni non vegetariane includono salumi vari. Latticini e cereali sono anche comuni. Il caffè vince sul tè anche nella colazione danese.

#funfact – Casi estremi visti in giro per colazione: Pane con aringa e un bicchiere del liquore Gammel Dansk.

 


7 thoughts on “Le colazioni tipiche più caloriche e care d’Europa”

Rispondi